In questo articolo si parla di:

Nel 2020 ASICS sarà partner dei Gioghi Olimpici di Tokio e si prepara a quella data sviluppando una nuova strategia che ha già iniziando a mettere in atto, ottenendo già risultati positivi nei suoi store e sui mercati emergenti.  L’ambizione dell’azienda nipponica è quella di “costruire dei rapporti più diretti con i propri clienti, rispondere meglio alle aspettative dei suoi key account, rafforzare le proprie capacità nel merchandising e nel marketing digitale, sfruttare le opportunità che si presentano sui mercati emergenti”.

La strategia del nuovo piano di sviluppo si basa anche sul nuovo claim del marchio “I Move Me”, annunciato come il più grande cambiamento d’immagine per l’azienda dal 1992, che  porterà il gruppo a trasformare la propria organizzazione. Principalmente orientato verso il commercio all’ingrosso, ASICS invece vuole sviluppare le vendite dirette ai consumatori. Esse potrebbero arrivare a rappresentare un quarto del suo volume d’affari nell’area EMEA entro tre anni. Già con le prime iniziative adottate, le vendite sono cresciute nei propri monomarca del 15% nel primo semestre rispetto all’anno precedente.

Inoltre il gruppo, che ha recentemente inaugurato un flagship londinese su Regent Street quest’estate e che oggi possiede 26 negozi,  punta a realizzare un centinaio di aperture entro il 2020. Il team di Scott Wakefield, il direttore retail per l’Europa, sta lavorando per sviluppare la rete nelle principali città del Vecchio Continente. L’approccio comporta anche un aumento delle presenze del brand nei multimarca con la creazione di shop-in-shop e lo sviluppo dell’e-commerce. In parallelo, il gruppo ha assegnato più risorse all’Europa per rafforzare i team del merchandising, con più persone dedicate al running e al lifestyle. Inoltre l’azienda sta investendo nel marketing digitale. Il brand vuole sviluppare i propri contenuti e gestire meglio la loro diffusione. A tal fine ha creato una divisione “digital”, con sede a Boston, negli USA, la cui missione è di gestire la strategia digitale a livello globale e di guidare le inizitive locali delle filiali. Un altro punto importante del piano di ASICS è di migliorare i rapporti con i key account della sua rete di multimarca e i servizi a loro proposti. Inoltre l’azienda sta puntando anche ad uno sviluppo più a Oriente, in Russia, dove le vendite sono cresciute del 26% nel primo trimestre e a Dubai, dove ha aperto degli uffici.

“Il 2017 è iniziato lentamente, dopo che abbiamo rifocalizzato la strategia distributiva sui nostri modelli per la corsa più iconici”, spiega Alistair Cameron, il direttore generale di ASICS Europe. “Ma lo sviluppo della nuova strategia è già ben avviato con risultati positivi nei nostri store e sui mercati emergenti”.