In questo articolo si parla di:

Parliamo di chunky sneakers.

Parliamo della chunky per antonomasia, ovvero la Balenciaga Triple S, senza dubbio la scarpa più discussa del 2017, nonostante diversi brand tra cui anche Maison Margiela abbiano poi seguito la strada tracciata dal brand di proprietà del Gruppo Kering.

Sembra però che la maison parigina abbiano optato di recente per una delocalizzazione del processo di produzione del modello dall’Italia alla Cina.

Sul sito di Balenciaga non compare più da diversi giorni la dicitura “Made in Italy”, generando una certa confusione nella clientela, che si aspetta quanto prima una presa di posizione ufficiale da parte del brand, che nel frattempo, giustifica così la scelta:

“la produzione è stata spostata dall’Italia alla Cina perché lì hanno il know-how per realizzare una scarpa più leggera ed easy wearing”.

Ok, più leggera la scarpa, più leggero anche il prezzo, verrebbe naturale pensare.

A quanto pare invece no, dal momento che la versione appena restockata è uscita al pubblico allo stesso prezzo di quella confezionata in Italia.

Le vendite risentiranno di questo cambiamento o la maison si aggiudicherà  il record di sneakers più vendute della stagione per il secondo anno di fila, dopo il boom delle Speed Trainer ?

Che ne sarà dell’hype attorno a questa scarpa, vero e proprio deus ex machina del suo successo?

Non resta che attendere nuovi sviluppi a breve.