In questo articolo si parla di:
Puma Running System, un salto negli '80s 4

Negli anni ’80, Puma introdusse la serie Running System con la RS-100, una scarpa running che combinava rigidi standard di performance con un estetica stilosa, decisamente forward-looking per l’epoca.

Non molto tempo dopo presentava la RS Computer Shoe, che utilizzava un chip computerizzato, progettato su misura, inserito in un modulo nel tallone, che registrava i dati delle performance, come la distanza percorsa, il tempo impiegato, e le calorie bruciate. Dopo il successo di entrambe le silhouette, la saga RS spinse molto sull’estetica futuristica di un terzo modello, chiamato RS-350.

Oltre trent’anni dopo, Puma ha ripreso in mano questa linea, con la colorazione OG “Archive Green”.

Il reboot della serie Running System inizia con la RS-0, la versione moderna della RS Computer Shoe: in questo modello, completamente rinnovato, non è più presente il modulo sul tallone, e il continuum con il passato è mantenuto integro dalle linee aerodinamiche,  e dall’iconico verde di allora, presente nel logo striped di Puma sul fianco della tomaia e sui dettagli nel tallone e sull’outsole della scarpa. Ci sono anche la RS-100 e RS-350, che mantengono invariata la scelta dei materiali e con lo stesso design retrò che hanno reso i modelli OG una vera e propria hit.

Oltre a questa capsule che strizza l’occhio al passato, Puma ha in serbo alcuni progetti davvero degni di nota su questi tre modelli, attraverso importanti collaborazioni con personaggi e marchi influenti, legati ai più svariati universi, dal gaming, alla, musica, fino alla fotografia. La collezione Puma RS sarà distribuita in selezionati punti vendita a partire dal 14 aprile, mentre la release global è fissata per il 19.