In questo articolo si parla di:
Cartier presenta "Legendary Thrill"

Cartier ha scelto di presentare al Salone del Mobile ʺThe Legendary Thrill”, una straordinaria installazione che reinterpreta il mito dell’orologio Santos, icona della Maison dal 1904.
Una grande struttura in dialogo con la città, ispirata al concetto di exposed technology, prenderà vita nell’affascinante contesto dell’Arco della Pace, uno dei luoghi più rappresentativi di Milano.
L’eccezionale opera di design evocherà la leggendaria figura di Alberto Santos Dumont, l’antesignano dell’aviazione che nel 1906 fece decollare in un parco di Parigi il biplano 14 Bis, mettendo a segno con una trasvolata di oltre 60 metri i primi tre record del mondo ufficiali che certificavano il volo di una “macchina più pesante dell’aria”.
Pioniere e visionario, Santos Dumont espose a Louis Cartier la difficoltà di poter leggere l’ora in volo da un orologio da tasca. Da questa necessità Cartier realizzò per l’amico pilota il primo orologio moderno da polso, il Santos: risultato di una ricerca sperimentale condotta da due visionari, accomunati dal medesimo spirito di modernità.
Il progetto, che unisce idealmente due città e due tempi diversi – la Parigi di Cartier e Santos Dumont e la Milano dei nostri giorni – è stato affidato dalla Maison allo studio Giò Forma.
Uno degli atélier creativi più affermati d’Europa, capace di tradurre in racconto ogni suo intervento, come con l’Albero della Vita a Expo Milano 2015, nei concerti dei maggiori artisti pop o nelle messe in scena al Teatro alla Scala o al Bolshoi di Mosca.
Una galleria trasparente di circa 60 metri (la stessa distanza percorsa nello stupefacente volo di Santos) collegherà i due edifici gemelli degli ex‐caselli daziari – recentemente ristrutturati – che ospiteranno alcune suggestive mystery installations, concepite per rendere visibile l’immateriale. Al centro, un enorme cubo di cristallo, di 12 metri di lato, ospiterà un modello del biplano 14 Bis, reinterpretato con materiali altamente tecnologici di oggi.
L’intera installazione sarà un corpo vivo di giorno e di notte: con led, musica e proiezioni per uno spettacolo del tempo, nel tempo e sul tempo.