In questo articolo si parla di:

Proseguono i Mondiali di calcio in Russia e tra i protagonisti fuori dal campo di gioco c’è sicuramente Nike che, portando avanti un progetto cominciato con i Mondiali in Sud Africa del 2010, ha “vestito” tutte le nazionali sponsorizzate dallo Swoosh con divise completamente ecologiche.

Per ogni divisa Nike prodotta per questi mondiali sono state riciclate almeno dodici bottiglie di plastica per produrre filato sintetico ecologico al 100%.

Al momento Nike dichiara di essere il principale utilizzatore di poliestere ecologico al mondo, con circa cinque miliardi di bottiglie di plastica riciclate a partire dal 2012.

Sia le divise Nike Fast Fit Vaporknit (indossate da Brasile, Croazia, Inghilterra, Nigeria, Polonia e Portogallo), sia le divise Nike Match (indossate da Australia, Arabia Saudita e Corea del sud) sono prodotte utilizzando un tessuto sintetico in cui il filo utilizzato è ottenuto tramite la fusione di una quantità di plastica pari a dodici/diciotto bottiglie di plastica. La plastica riciclata viene macinata, fusa e filata per ottenere un tessuto ad alte prestazioni ed ecologico al 100%.

Tra le divise presentate c’è anche quella stupenda della Nigeria, divenuta rapidamente uno dei must have nell’ambiente fashion contaminato dallo sportswear del 2018. Quindi divise ottime sia per l’ambiente che per gli occhi.