In questo articolo si parla di:

Micam chiude la sua ottantaseiesima edizione confermando il suo fondamentale ruolo nel panorama calzaturiero italiano. L’edizione 86, svoltasi alla Fiera di Milano a Rho, ha visto 45.424 visitatori totali di cui più della metà (27.272, +1,6%) esteri. Anche il pubblico italiano si conferma in crescita, con un +4,3% di presenze rispetto a febbraio 2018.

Importante aumento per i visitatori di Cina e Hong Kong (+68,8%) e per quelli nordamericani (+43,2%).
Tra le nazioni UE, dato incoraggiante per Spagna (+9,6%), Portogallo (+4,5%) e Svizzera (+7,8%).

Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici, ha dichiarato: “MICAM resta una manifestazione a forte vocazione internazionale. Per mantenere questo primato abbiamo chiesto al vicepremier Di Maio, in occasione della sua visita, di liberare quante più risorse possibili a favore delle PMI e lavoro per abbattere il cuneo fiscale, perché solo in questo modo le aziende potranno pagare di più i dipendenti, guadagnare in competitività e investire, creando ricchezza e favorendo la ripresa dei consumi. È fondamentale inoltre togliere le sanzioni alla Russia che impattano in modo negativo sulla presenza dei loro compratori. Infine urge la creazione di una norma a livello europeo sull’etichettatura di origine obbligatoria per tutelare l’eccellenza della produzione manifatturiera”.

La prossima edizione di Micam è attesa per la primavera del 2019, con grandi novità già annunciate come Plug Mi, l’importante corner dedicato al crescente trend delle sneakers e dei mercati secondari.