Dopo essersi aggiudicato lo spazio con un’offerta record da un milione di euro di canone annuo, Saint Laurent potrà come previsto procedere con l’apertura del suo nuovo store in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

A nulla è servito il ricorso presentato al TAR della Lombardia da Luxottica e Moreschi, che mirava all’annullamento dell’assegnazione alla griffe francese.

Il ricorso non è stato però accolto dal giudice del TAR, che ha sottolineato come le contestazioni “non appaiano allo stato fondate, poiché tali elementi valutativi non si presentano manifestatamente irragionevoli“.

Luxottica e Moreschi denunciavano una sproporzione nel giudizio di offerte offerte economiche da parte del Comune di Milano.

Nel frattempo, la Galleria Vittorio Emanuele II si appresta ad accogliere una nuova firma, con l’assegnazione degli spazi ad oggi occupati dall’Urban Center del Comune di Milano a Moncler, unica società ad aver presentato un’offerta per i locali, presentati sul mercato con una base d’asta di 1,2 milioni di euro per l’affitto annuo.