In questo articolo si parla di:

Verrà ospitata all’interno del Museo Salvatore Ferragamo di Firenze da venerdì 12 aprile 2019 fino a domenica 8 marzo 2020 la mostra “Sustainable Thinking“.

Un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito green.

Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo Salvatore Ferragamo e della Fondazione Ferragamo, con il contributo di Giusy Bettoni, Arabella S. Natalini, Sara Sozzani Maino e Marina Spadafora, vuole innestare uno spunto di riflessione sul tema sempre più urgente e di attualità legato a una maggiore attenzione all’ambiente, parlando con il linguaggio della moda, dell’arte e dei materiali.

Sopra, Sheila Hicks, Satellite Interplanétaire, 2016. Scultura di fibra morbida su tavola tonda, arancio-blu (collezione privata). Qui, Salvatore Ferragamo, Rainbow Future, 2018. Zeppa in vero legno rifinita a mano, realizzata artigianalmente in cotone organico. Il sandalo, ispirato al leggendario sandalo Rainbow, una delle invenzioni simbolo di Salvatore Ferragamo, è realizzato con materiali e tecniche responsabili.

La mostra ospita opere di artisti e fashion designer internazionali che presentano la propria chiave di lettura sul recupero di un rapporto più meditato con la natura e la sua profonda relazione con l’impiego di materie organiche e il riuso creativo.

Fino a sottolineare l’importanza di un impegno collettivo, di un modo di pensare consapevole e condiviso.

In concomitanza alla mostra sono previsti progetti collaterali, seminari e workshop.