In questo articolo si parla di:

03 settembre 2019 – Viene inaugurata quest’oggi la nuova edizione di “Italian fashion” a CPM Collection Première Moscow. Fino al 6 settembre saranno 103 i brand italiani che Ente Moda Italia rende protagonisti nell’area dedicata allo stile italiano. Edizione numero 33 al Krasnaja Presnja Expocentr di Mosca, è il più importante salone moda della Russia e dell’Europa dell’Est. 1.400 collezioni provenienti da 35 paesi del mondo presenteranno le novità per la primavera-estate 2020.

“Partecipiamo a ogni nuova edizione di Collection Première Moscow con uno spirito positivo e di fiducia” afferma Alberto Scaccioni, amministratore delegato di EMI “con la consapevolezza del legame forte che le nostre aziende hanno col mercato russo e di quanto apprezzamento ci sia tra i suoi operatori per il prodotto e lo stile italiani. Quella russa è realtà distributiva fashion improntata sui punti vendita multimarca che per noi rappresenta un assoluto valore strategico e che da sempre dimostra fedeltà rispetto ai rapporti di business costruiti e alimentati nel tempo. Siamo consapevoli anche che la situazione del mercato russo e dei consumi nel paese sia ancora complessa – gli ultimi dati relativi all’export italiano dal Centro Studi di Confindustria Moda per i primi mesi del 2019 registrano complessivamente una leggera flessione, ma con certi comparti in tenuta o in leggera crescita – ma siamo al tempo stesso fiduciosi e la Russia e l’area dei paesi limitrofi rappresentano pur sempre un mercato di peso per il nostro prodotto moda, tra i primi 10 paesi di sbocco per la moda. Anche questa volta siamo molto soddisfatti per il lavoro di networking realizzato assieme ai nostri partner ormai strategici – agenzia ICE e Sistema Moda Italia – che ci permette di organizzare in maniera più mirata la presenza al salone di importanti gruppi di buyer russi, e di aggiungere un welcome all’insegna del lifestyle italiano, diventato elemento distintivo e di attrazione dell’area Italian fashion”.

“L’Italia si conferma sia nel 2018 che nella prima meta’ del 2019, al secondo posto come paese fornitore di moda e accessori nella Federazione Russa. L’impegno della nostra Agenzia e’ volto a consolidare e incrementare l’export del made in Italy, ampliandone la distribuzione fino alle Regioni russe più remote. Per questa edizione abbiamo selezionato 40 importatori provenienti da ben 29 diverse citta’ della Russia e dell’Armenia, dei quali 19 newcomers e organizzato oltre 300 incontri B2B con gli espositori italiani che si svolgeranno durante la Fiera”  aggiunge il direttore dell’Ufficio ICE di Mosca, Pier Paolo Celeste.