In questo articolo si parla di:

19 settembre 2019 – La VI edizione di TheOneMilano è stata inaugurata quest’oggi, presentando a buyer italiani e internazionali un’idea di evento maggiormente indirizzato al business, capace di valorizzare macrotrend e tendenze emergenti nel mondo del fashion. TheOneMilano reputa la moda espressione di cultura e indirizzi sociali e, in occasione della data di settembre del salone, ha commissionato a KB Knowledge un report sulle maggiori tendenze che animano il momento storico in cui viviamo.

Dal fashion trendwatching KB emergono due aree tematiche in forte evoluzione, esplicitate nei primi due percorsi di acquisto del salone. Il primo percorso di acquisto propone le più moderne interpretazioni della rivisitazione dei canoni estetici. Una moda inclusiva, che per essere tale deve fondarsi su autenticità e trasparenza e che apre il quesito di come mantenere “allure” e magia sotto la pressione dell’esaltazione alla normalità. Fra gli stand si sviluppano le storie di collezioni nate per donne capaci di essere madri, manager, mogli e nello stesso tempo sexy, attive e divertenti (#7.0), abili interpreti dei movimenti sociali (Arto) e di un nuovo fenomeno che valorizza le forme in una visione di body positivity (Kissa) e di adaptive fashion (Ulla Popken).

L’altro percorso d’acquisto, quello della sostenibilità, nasce dalla consapevolezza che le materie prime utilizzate ad oggi non sono infinite. Numerose sono le collezioni che parlano di sostenibilità. Numerose sono le collezioni che parlano di sostenibilità: da Blueberry che lancia l’#natural, confortable, affordable a Cinzia Caldi, con la sua maglieria in cotone e lino raccolti a mano; da Cora Bellotto, con una collezione che presenta proposte naturali e consapevoli che arrivano al filato di ortica, a Darin Achem che punta sui valori della vita e dell’umanità attraverso una collezione multiculturale in bilico tra Libano e Messico per una nuova definizione di appartenenza.

A queste aree tematiche si affiancano due percorsi d’acquisto strutturati dal marketing team di TheOneMilano per aiutare i buyer a scegliere all’interno di un’ampia e solida gamma di prodotti. L’appuntamento di settembre si arricchisce così delle proposte SEASONLESS, un’anteprima assoluta nel mondo delle fiere moda. L’area propone collezioni che abbandonano il concetto di stagionalità predefinita e che si presentano trasversali nello stile e nelle occasioni d’uso. Ultimo percorso d’acquisto B.BOX, lo scrigno del Bello e Ben fatto. Sono le pure storie haut à porter di Anna Marchetti, Avagolf, Bohomoss, Club Voltaire, Ghibli, Nome Comune, Daphne Milano con le loro collezioni di abbigliamento e accessori precise, ricche di dettagli, capaci di cura e attenzione artigianali anche quando industriali.

Questa edizione di TheOneMilano può contare sull’importante sinergia con CBI, Camera Buyer Italia, che associa i più importanti negozi lusso multimarca sul territorio italiano con le vetrine più belle d’Italia. La partnership metterà in rapporto diretto le aziende di qualità con l’universo dei top retailers in maniera capillare.