In questo articolo si parla di:
23 Settembre 2019

23 settembre 2019 – “Tutto è iniziato da una foto sul caminetto di casa di mia madre che ritrae mio fratello e me da piccoli durante una vacanza in Italia, negli anni ‘80. Indossavamo un paio di bermuda con stampe improbabili. Vorrei trasmettere quello stesso senso di allegria, solarità e innocenza, in un contesto moderno, con una collezione leggera e borghese, che però abbia anche sostanza, profondità tangibile e sia curata nelle costruzioni” racconta Paul Andrew. Sono la famiglia e la tradizione artigianale l’essenza di questa nuova collezione Salvatore Ferragamo. Pantaloni alla caviglia, gilet sartoriali con incrocio sulla schiena, gonne a palloncino e salopette a zampa, sono realizzati in una pelle dalle colorazioni che ricordano la tradizione vetraria di Murano. In resina trasparente, i gioielli sono venati di sinuose pennellate di colore. Le stampe riproducono la cinquecentesca fontana di Nettuno di Firenze, recentemente restaurata grazie all’intervento della famiglia Ferragamo. Oppure tulipani oversize che fioriscono su salopette corte, cappelli-foulard, lunghi abiti devorè in seta, camicie e swimmear da uomo. La nuova Triple Pocket Bag di Ferragamo viene proposta in tela di lino con fodera in cuoio, in pelle intrecciata a mano, struzzo o in vitello. The Viva Shoe è ispirata a Vara, iconica decolletè presentata nel 1979 da Fiamma Ferragamo, figlia dell’omonimo fondatore della maison. In gros-grain, il celebre fiocco diventa più grande e viene realizzato nello stesso materiale e colore della calzatura. Paul Andrew, aggiunge “preziosi ma disinvolti, questi capi, scarpe e borse sono destinati a durare molto più di una stagione. Sono fatti per lunghe e languide giornate di sole, sale, sabbia e mare.
 Mi piace pensare che la collezione farà ricordare a chi la indossa momenti felici, come quella foto sul caminetto di mia madre ha fatto con me”.