14 ottobre 2019 – Una collezione, quella di Moose Knuckles per l’autunno-inverno 2019, che si racconta “a partire dal peccato”. Il brand canadese di outerwear lancia il nuovo progetto “seven deadly sins”, con una campagna scattata dal fotografo Vijat M e la cui protagonista è l’imprenditrice Kristen Noel Crawley.

Successivamente al cortometraggio e alla campagna “socred glacier” lanciati lo scorso agosto, con protagonista Dennis Rodman, la nuova capsule collection evoca uno scenario sviluppato intorno ai sette vizi di Papa Gregorio Magno: superbia, ira, invidia, accidia, gola, avarizia e lussuria.  In collaborazione con W Studios, Kristen Noel Crawley in un mosaico di sfondi creativi, incarna i peccati capitali.

La capsule si compone di una gamma di capispalla, felpe girocollo e t-shirt con dettagli d’ispirazione mistica, come tarocchi e raffigurazioni ancestrali, applicati esternamente o proposte nelle fodere interne dei capispalla. In vendita a partire da quest’oggi 14 ottobre, attraverso tre lanci esclusivamente nei flagship store di Moose Knuckles, sul sito mooseknucklescanada.com e presso i retailer internazionali di Selfridges Londra, Antonioli Milano, Verso Anversa e saks.com

“Siamo entusiasti di avere una donna come Kristen Noel Crawley nella nostra campagna. È la definizione perfetta di una capa con gli attributi e rispecchia l’ethos del lifestyle di Moose Knuckles”, dichiara Dominique Lagleva, global marketing director.