In questo articolo si parla di:

2 dicembre 2019 – Dopo due anni di ricerca ACBC – una start-up che progetta e produce calzature sostenibili – ha lanciato sulla piattaforma Kickstarter, lo scorso 28 novembre, il suo nuovo progetto Made2Share: la scarpa più sostenibile al mondo. Che fa seguito a quello del 2017, quando la realtà milanese, sempre grazie al sito di crowdfunding, aveva brevettato la sua prima scarpa con la zip per viaggiare più leggeri e compatti. Quel progetto, diventato virale online con 50 milioni di visualizzazioni e oltre 2.500 sostenitori, ha permesso ad ACBC di aprire 25 flagship store in otto Paesi – raggiungendo oltre 50.000 clienti – e di fregiarsi di collaborazioni in co-brand con marchi come Moschino e Armani.

Made2Share, la nuova sneaker, unisce la tecnologia modulare di ACBC con i migliori materiali biologici a processi produttivi sostenibili. Questa innovazione mira a ridurre di oltre il 45% le emissioni di CO2, perché il sistema di zip applicato alla scarpa consente di separarne la suola e usare la stessa con 12 tomaie diverse. Uno studio del MIT sulle conseguenze della produzione di calzature sull’ambiente ha valutato che l’industria di sneaker eroga oltre 25 miliardi di paia ogni anno e, per ogni pezzo prodotto, vengono liberati 13,5 kg di CO2. Questo significa che l’impatto inquinante del settore equivale alle emissioni di 80 milioni di automobili, la stessa quantità di tutte le auto presenti in Italia e Germania messe insieme.

In media, le persone acquistano tre paia di scarpe ogni anno. Con Made2Share è possibile soddisfare la stessa esigenza con una suola (9 kg di CO2) e tre tomaie (4,5 kg di CO2/ciascuna). Ogni suola potrà essere utilizzata per il suo intero ciclo vitale, per poi essere smaltita tramite il sistema di riciclaggio ACBC. La linea Made2Share comprende tre stili di tomaia: Jogger, Sneaker e Chukka, ciascuno sviluppato in quattro combinazioni cromatiche. I materiali impiegati sono naturali ed etici, come le fibre di Tencell e Piñatex o la schiuma di alga Bloom e la gomma di bambù e sughero naturale.

Edoardo, direttore creativo e fondatore ACBC, ha dichiarato: “Ci sentiamo responsabili per il nostro meraviglioso pianeta e la sostenibilità è ormai fulcro dei nostri obiettivi, come dell’intera avventura ACBC. Consapevoli che quella della moda è la seconda industria più inquinante dopo l’automotiva, abbiamo ritenuto di dover offrire una soluzione. Per la sneaker Made2Share abbiamo scelto i materiali più sostenibili al mondo, 100% riciclabili o biodegradabili, ottenendo il minor impatto CO2 possibile senza dover comprometterne prestazioni, durata, stile o comfort. Le nostre scarpe risultano leggere e adattabili, perfette per i viaggiatori e i nomadi urbani”.