13 gennaio 2020 – L’americano Woolrich, in occasione di  Pitti Uomo 97 si presenta con un’inedita esperienza sensoriale per celebrare i suoi 190 anni (1830-2020).

“In occasione di Pitti 97 continueremo a offrire un’esperienza strettamente connessa con i valori del nostro marchio e le prestazioni del nostro prodotto. Questa installazione fa parte del nostro viaggio nell’outerwear e rappresenta l’occasione perfetta per presentare la nostra collezione esclusiva di capispalla, la Arctic Parka Capsule, composta da tre concetti principali: un’interpretazione contemporanea di ciò che lusso, tecnologia ed eco significano oggi per Woolrich. Nel 2020 celebreremo anche il nostro 190esimo anniversario, orgogliosi di continuare a sviluppare “garments with a purpose”, dichiara Andrea Cané, Woolrich creative director.

Lo scorso 8 e 9 gennaio, il brand ha trasformato la Dogana di Firenze in un paradiso invernale che ha portato in scena il dna del brand nato nel nord est degli Stati Uniti. Ad accogliere gli ospiti una heritage room dominata dal motivo “buffalo check”, l’esposizione di capi vintage iconici e un video manifesto che racconta la storia di Woolrich “The Original Outdoor Clothing Company”. È poi un corridoio in penombra a guidare i visitatori nella Foresta di Woolrich, che con gli alberi spogli e la neve ricorda i paesaggi invernali della Pennsylvania, dove il brand è stato fondato. Tra gli alberi innevati tre casette specchiate che occupano la nuova Artic Parka Capsule definita in tre temi: luxe, tech ed eco.

Attraverso l’installazione The Ultimate Woolrich Experience, svelata durante Pitti 97, abbiamo focalizzato la nostra strategia di marchio e prodotto sull’outerwear, categoria che ha reso famoso il brand e che continuerà a guidare la nostra crescita futura. Creatività, energia e risorse, si sono concentrate in una proposta di prodotti innovativi, funzionali e audaci, supportati da esperienze coinvolgenti e d’impatto per il consumatore”, conclude il ceo di Woolrich Stefano Saccone.