In questo articolo si parla di:
5 Febbraio 2020

5 febbraio 2020 – Un nuovo brand, CRIDA, è nato grazie all’amicizia tra Cristina e Daniele, entrambe di Bergamo e da sempre appassionate di moda. Il loro progetto è nato e cresciuto proprio nella città orobica, ruotando intorno all’idea che l’eleganza femminile sia fatta di tessuti naturali, fattura impeccabile ma anche di comodità e confort come solo un abito che accarezza il tuo corpo suggerendone le forme senza evidenziarle può dare.

CRIDA, marchio super sostenibile, debutta con una capsule primavera estate di dieci abiti e due capi spalla. Si tratta di abiti molto femminili con un’ottima vestibilità: non hanno cerniere, si appoggiano sui fianchi senza stringere, hanno gonne danzanti lunghe fino ai piedi o sotto il ginocchio, maniche ampie dai polsi preziosi. Sono abiti nello stesso tempo raffinati pratici e moderni. I colori vanno dall’intramontabile panna, ai toni vivaci delle sete verde bosco, azzurro Tiffany, giallo acceso, tabacco e rosso.

Tutti i modelli portano il nome di una città italiana – Cristina e Daniela sono convinte che il loro paese sia la culla della moda e dello stile – e sono adatti al giorno e alla sera, realizzati con tessuti pregiati piacevoli da toccare e indossare. La seta è un elemento dominante, ma in questa prima collezione si nota immediatamente anche il cotone delle camicie maschili abbinato al canvas delle gonne a ruota, la doppia crepe delle giacche avvitate e lo chiffon impalpabile degli abiti a pois che lasciano scoperte le spalle, il cotone operato dello chemisier realizzato come un abito camicia, maschile nel tessuto ma femminile nella forma.