In questo articolo si parla di:
24 Marzo 2020

Il gruppo Calzedonia risponde all’emergenza in atto mettendo a disposizione impianti e risorse a partire dalla giornata di ieri 23 marzo.

La riconversione coinvolge alcuni stabilimenti per la produzione di mascherine e camici e, nello specifico quelli di Avio (TN) e Gissi (CH) e gli stabilimenti croati di proprietà del gruppo veronese.

Un’ operazione resa possibile grazie all’acquisto di macchinari specifici per la creazione semi-automatica, sia formando le cucitrici al nuovo tipo di produzione. 10.000 è il numero di mascherine prodotte al giorno nella fase iniziale, con un incremento delle unità prodotte nelle prossime settimane. La consegna delle mascherine è iniziata ieri con le prime donate all’ospedale di Verona e al comune di Verona.