31 Marzo 2020

“La complessità della situazione nazionale, l’evolversi del problema a livello internazionale, le oggettive difficoltà delle aziende a predisporre le collezioni, l’impegno di molte imprese nel riconvertire le proprie attività per assicurare la produzione di presidi sanitari atti a garantire la sicurezza di tutti, sono i temi alla base della decisione di rinviare a settembre l’ormai tradizionale edizione di luglio”, ha dichiarato Alessandro Barberis Canonico, presidente di Milano Unica.

È di quest’oggi la comunicazione da parte di Milano Unica circa il posticipare la 31esima edizione prevista a luglio ai prossimi 7,8 e 9 settembre a Fiera Milano Rho.

“Si tratta di una decisione necessaria – aggiunge – che ci auguriamo concorra a far evolvere positivamente la situazione, come auspicato dal Governo e soprattutto dai sanitari che lavorano in prima linea, ai quali va il nostro profondo ringraziamento”.

“La nostra priorità – precisa Massimo Mosiello, direttore generale di Milano Unica – è ora quella d’informare tutti gli espositori circa i nuovi termini di adesione e le modalità di partecipazione. In questo cruciale momento si è tutti chiamati a una sospensione dei nostri ritmi e delle nostre abitudini, oltre alla consapevolezza dello straordinario impegno che richiederà la ripresa, che a tutti auguro possa essere rapida e costruttiva. Il nostro è un servizio organizzato da imprenditori per imprenditori. Rinnovo pertanto il mio messaggio di profonda fiducia e di solida alleanza. Uniti per essere unici”.