In questo articolo si parla di:
1 Aprile 2020

Segnali positivi da comparto del fashion.

Sono Chanel e Hermès i primi brand che comunicano prese di posizione forti in fatto di responsabilità sociale evitando di avvalersi degli ammortizzatori sociali stanziati a fronte dell’emergenza.

Sarà fino a fine aprile (per 8 settimane) che le realtà italiane in seno alla griffe (Roveda, Gensi, Samanta, Global Dc Chanel Coordination Srl Vuittone e Chanel Coordination Srl Osmannoro) si impegnano a mantenere il 100% del salario dei loro 750 lavoratori.

“L’obiettivo è di non pesare sui conti pubblici, in modo che lo Stato italiano possa sostenere, in via prioritaria, le aziende più vulnerabili e, naturalmente, concentrare le sue risorse sul sistema sanitario, il personale medico e tutti gli organismi preposti al soccorso delle persone”, dichiara il gruppo francese.