In questo articolo si parla di:

È di ieri la nota di Camera Buyer Italia che ufficializza le dimissioni di Francesco Tombolini.

Una partnership durata un anno e mezzo quella tra il Presidente e CBI che, con le sue competenze e la sua visione ha collaborato con il consiglio direttivo composto da sei imprenditori.

“Posso solo ringraziare i miei compagni di viaggio e tutti gli associati. Sono stati 18 mesi di grande lavoro. Un lavoro volto a gettare le fondamenta per un metodo e una narrazione nuova per questa importante Associazione. Non è certo un addio ma un arrivederci perché sarò sempre vicino a tutti i consiglieri, a tutti i soci, a tutti i dipendenti, a tutti gli attori di questa bellissima famiglia. Di fronte a questa nuova sfida che ci dà il Corona virus, serve una compagine unita capace di avere la forza di dialogare con tutti i nostri partners a 360°, unita e coraggiosa, così come si è fatto fino a oggi, ma se possibile di più.

Mi piace pensare quindi non alla parola tensione o caos, ma alla parola progetto e aggiornamento. La CBI cambia, cambia velocemente, come sta cambiando il mercato a livello di regole, di mercati e soprattutto di consumatori. Sono certo che chi prenderà questo prestigioso incarico saprà essere molto migliore di me. Voglio portare i ringraziamenti più grandi personali a Flaminio Soncini, fondatore, a tutti gli ex presidenti, ai consiglieri e ai giovani e brillanti collaboratori dei nostri uffici, a tutti gli agenti e gli showroom nazionali e internazionali che mi hanno accolto sempre a braccia aperte, a tutte le piattaforme e-commerce che tanto stanno facendo per la nostra associazione e non ultimo, al presidente di CNMI Carlo Capasa che ci ha sempre sostenuto dal primo giorno. Senza il loro aiuto e la loro esperienza, non avrei mai potuto scrivere una pagina importante per la CBI. Ma soprattutto ringrazio i soci, questi eroi e queste gemme del nostro sistema. Senza di loro, senza le api operaie della moda non si potrebbe andare molto lontano, ecco perché sostenere il retail italiano significa sostenere l’intera filiera. Io penso di aver contribuito, sono certo che tanti altri faranno meglio di me”, conclude Tombolini.

Il consiglio direttivo ha affidato il nuovo corso a Giacomo Santucci.

Giacomo Santucci