In questo articolo si parla di:
14 Maggio 2020

Steve Aoki e Alberto Candiani, global manager di Candiani Denim, annunciano il lancio della prima collaborazione Dim Mak x Candiani EC-01.

Realizzati a Los Angeles con tessuto Candiani Denim e dipinti a mano da Aoki e dagli artigiani di Dim Mak, i jeans EC-01 debutteranno venerdì 15 maggio ore 8:00 EDT su www.DimMakCollection.com e l’app Dim Mak.

Un cinque tasche a gamba dritta frutto della ricerca di una moderna produzione sostenibile a risparmio idrico. Il denim viene realizzato con ReGEN, tessuto cimosato indaco creato per l’80° anniversario di Candiani Denim, senza l’utilizzo di cotone fresco. Infatti il materiale è composto da parti uguali di cotone riciclato ricavato dagli scarti di produzione dello stabilimento e dalla tecnologia REFIBRA, fibra riciclata creata da Lenzing utilizzando scarti di cotone.

“Quando ho visitato la tessitura Candiani in Italia”, afferma Steve Aoki, “Alberto mi ha mostrato come sono stati in grado di riutilizzare gli scarti di produzione per creare jeans nuovi e persino migliori. Sono stato ispirato dalla loro coscienziosità verso la terra e volevo portare quella mentalità in Dim Mak con la nostra prima collaborazione”, conclude.

Gli effetti vintage e la grafica vengono realizzati utilizzando la tecnologia per bruciare delicatamente la superficie del tessuto con vari gradi di intensità. E il filato viene tinto con Indigo Juice e Kitotex a risparmio idrico.

I jeans EC-01 presentano una pop art decostruita che incontra l’estetica manga che si è evoluta dalla serie ‘AOKI 1of1’ di Dim Mak, in cui Steve Aoki, l’uomo rinascimentale multi-platform dei nostri giorni, ha riciclato abbigliamento e realizzato opere d’arte originali e uniche nel loro genere.

“Steve e io abbiamo fatto questa collaborazione per divertirci, e ci siamo riusciti”, rivela Alberto Candiani. “Abbiamo sfruttato le reciproche competenze e lo stile per creare un jeans unico nel suo genere che sia un vero riflesso della nostra amicizia. Questo progetto è stato incredibilmente divertente per entrambi, reso migliore giocando con gli ingredienti giusti”.