In questo articolo si parla di:
8 Giugno 2020

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Queste le parole che Antoine-Laurent Lavoisier pronunciava e che Franco Mantero sceglie di fare sue in concomitanza del nuovo progetto Resilk. L’obiettivo è quello di dare nuova vita alla seta e sarà disponibile a partire dal prossimo autunno-inverno.

In questo momento storico è fondamentale ancor di più preservare l’ambiente circostante e ridurre quanto più gli sprechi. La consapevolezza di queste urgenze ha permesso al team R&D di Mantero di raggiungere un risultato più che sostenibile anche grazie a una filiera dedicata.

Resilk è un processo tracciabile made in Italy, certificato GRS (Global Recycled Standard)  volto a ridurre gli sprechi nati dagli scarti delle eccedenze dei tessuti, studiato per rigenerare il filo di seta e creare tessuti innovativi e unici nel pieno rispetto dell’etica sostenibile.

Realizzato in partnership con Ecotec di Marchi & Fildie conta numerosi e delicatissimi passaggi. A partire dalla selezione della materia prima tra i tessuti di seta pura, la nuova filatura, la tintura del filato, la tessitura con pesi e armature differenti, una nuova decorazione.

Franco Mantero_Mantero Seta S.p.a

Un progetto che si lega agli obiettivi di sviluppo sostenibile e di economia circolare che sono alla base della guida nazionale di Mantero. L’azienda infatti persegue i 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile elencati nell’Agenda 2030, il programma d’azione sottoscritto dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu. L’obiettivo n°12 che ha come oggetto il consumo e le produzioni responsabili, è stato quello che ha dato la spinta per l’ideazione di Resilk: non crea, non distrugge bensì trasforma in modo virtuoso una materia preziosa, unica e naturale come la seta.