In questo articolo si parla di:
1 Luglio 2020

È il The Sunday Times a puntare il dito contro Business Of Fashion. Per via del rapporto con alcuni investitori non ci sarebbe imparzialità per la testata specializzata nel fashion. Nato come blog nel 2007, a Notting Hill da Imran Amed, il notiziario oggi è nel vortice delle accuse.

La situazione di BoF potrebbe non essere così rosea: nel 2019 se i ricavi sono saliti del 23% i costi operativi hanno registrato un +64% determinando una perdita di 5,6 milioni di sterline nel bilancio dello scorso anno. Un ossimoro rispetto l’indipendenza da sempre dichiarata dall’internazionale. Tra gli azionisti Frederic Court che possiede l’8,3% di Farfetch Jon Kamaluddin ex direttore internazionale Asos e oggi nel board della piattaforma online.

Citato dal Sunday Times, un analista di Wall Street accusa la testata di Amed di comunicare articoli a favore di Farfetch a discapito di competitor come Yoox-Net-a-Porter. “BoF è stato utilizzato da Farfetch come strumento di marketing in un modo del tutto scandaloso. Elogiavano il marketplace sminuendo contemporaneamente YNAP. Sembrava che volesse spingere in alto la valutazione che infatti saliva a tre miliardi di dollari, poi quattro e successivamente cinque”, recita la nota. Viene poi citato Flavio Cereda di Jefferies che commenta quanto i contenuti siano borderline.

La presunta vicinanza da parte di BoF a Farfetch è stata comunque smentita dalla piattaforma difendendo la propria integrità editoriale.