In questo articolo si parla di:
9 Luglio 2020

“Giovedì 16 luglio si aprono le porte di Pitti Connectdice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immaginee dopo mesi di grande lavoro finalmente ci presentiamo alla comunità della moda con il nuovo volto online, ma con lo spirito di sempre. Fino al 9 ottobre saranno fiere speciali, con le collezioni estive dei brand e delle aziende espositrici – tra i quali nomi di riferimento della scena fashion internazionale – e con un programma di progetti digitali per scoprire punti di vista inediti, approfondire e lasciarsi ispirare. Cercavamo soluzioni per l’emergenza, ma abbiamo trovato anche opportunità per il domani: Pitti Connect ha impresso una forte accelerazione tecnologica ai nostri saloni e rappresenta l’elemento di continuità che ci porterà verso gennaio 2021, quando fiera fisica e virtuale si integreranno l’una con l’altra”.

Il prossimo 16 luglio debutta Pitti Connect, la nuova piattaforma digitale che ospita le collezioni estive dei saloni Pitti Immagine: Pitti Uomo 98, Pitti Bimbo 91 e Pitti Filati 87. Amplificando le connessioni tra espositori, buyer e stampa specializzata fino al prossimo ottobre,  saranno strutturate attività di networking e marketplace: sarà possibile visitare gli showroom virtuali, scambiarsi informazioni in chat, pianificare incontri, impostare gli ordini e consultare report aggiornati con dati e trend; ci sarà anche la possibilità di fare smart scouting, individuando con facilità i brand e incrociando le caratteristiche della collezione con le specifiche esigenze del compratore.

“Pitti Connect avrà un’impostazione editoriale ricca di contenuti ed eventi speciali – aggiunge Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi speciali di Pitti Immagine – che restituiranno in digitale l’atmosfera e la trasversalità delle fiere reali, coinvolgendo protagonisti della moda, artisti e personaggi di riferimento della cultura contemporanea. Un web magazine ribattezzato THE BILLBOARD, che stiamo realizzando grazie anche alla stretta collaborazione con l’agenzia di produzione di Highsnobiety, uno dei punti di riferimento internazionale per l’editoria di moda”.