In questo articolo si parla di:
28 Luglio 2020

Gimmi Baldinini, imprenditore e presidente dell’omonimo brand, constata come, al pari della Cina, la Russia possa essere un mercato strategico considerata la rapida ripartenza locale successivamente al lockdown.

“In breve tempo, dalla riapertura dopo il lockdown, hanno recuperato più di un mese di consumi. E tra pochi giorni tutto sarà normalizzato”, dichiara Baldinini. “Non guardiamo solo alla Cina: la Russia può essere il vero motore della ripresa del fashion made in Italy, ma l’Italia deve valorizzare maggiormente i rapporti con questo Paese straordinario. Chi non lo conosce non può giudicare. È un Paese immenso con realtà ricche, altre meno. La Russia è un Paese che ama la moda e preferisce quella italiana. È necessario avere un rapporto con loro”.

Per l’azienda, il mercato russo rappresenta l’80% del fatturato.