Siglato l’accordo tra Intesa Sanpaolo e Assopellettieri che offre ad associati ed espositori MIPEL (in programma a Rho dal 20 al 23 settembre) un pacchetto di soluzioni che garantiscano la partecipazione alla fiera senza anticipo di risorse.

Stefano Barrese, responsabile Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, dichiara:“In un periodo di eccezionale difficoltà segnato dalle conseguenze della pandemia, siamo consapevoli ancor di più del nostro ruolo di propulsore dell’economia reale per favorire il rilancio. L’iniziativa con Assopellettieri conferma il nostro impegno, come prima banca del Paese, nei confronti di un settore strategico per la ripartenza e con una grande capacità attrattiva sugli investitori internazionali anche grazie all’importante vetrina fieristica del MIPEL. Attraverso questo accordo continueremo a essere in prima linea al fianco delle imprese italiane e, in particolare, forniremo il supporto necessario soprattutto nel velocizzare i tempi di istruttoria nell’erogazione dei finanziamenti”.

Nel corso degli ultimi mesi di crisi pandemica l’Associazione ha da subito cercato di fornire un supporto concreto alle proprie aziende. In questa stessa direzione va il sostegno del primo gruppo bancario italiano, che offrirà alle imprese partecipanti a MIPEL forme di finanziamento ponte a fronte della domanda di partecipazione alla rassegne. Con la possibilità di detrarre una parte delle somme messe a disposizione da Simest nell’ambito delle misure previste dal fondo rotativo rifinanziato nel DL ‘Cura Italia’, iniziativa che prevede a favore degli espositori il riconoscimento di un contributo a fondo perduto del 50% dei costi e finanziamenti agevolati per il restante 50%.

“L’accordo con Intesa Sanpaolo è un piccolo-grande successo di questi ultimi giorni: stiamo cercando di trovare tutte le soluzioni possibili per agevolare al massimo la partecipazione dei pellettieri italiani al MIPEL di settembre, che dal nostro punto di vista costituisce un nuovo inizio e momento cruciale per il settore”, ha commentato Danny D’Alessandro, direttore generale e ceo di MIPEL.“Il finanziamento concesso da Intesa Sanpaolo, che tengo a ringraziare particolarmente per la prontezza e la proattività con cui ha risposto al nostro appello, sarà estremamente utile per ovviare al possibile dilatamento dei tempi di erogazione delle risorse previste da Simest e permetterebbe quindi agli espositori di partecipare a MIPEL senza anticipare risorse”, conclude.

Nell’ottica di dare ulteriore slancio alle imprese associate, Intesa Sanpaolo e Assopellettieri hanno considerato anche il ruolo chiave di MIPEL nell’attrarre espositori da tutto il mondo e che, nell’edizione di settembre, sarà anche in versione digitale con il MIPEL Digital Trade Show in collaborazione con NuORDER.