In questo articolo si parla di:
14 Settembre 2020

Dal 20 al 23 settembre il padiglione 1 di FieraMilano-Rho verrà animato dalla 118esima edizione di MIPEL, che si preannuncia come la più “particolare” di sempre nella storia della fiera internazionale dedicata alle borse e agli accessori in pelle. Lo slogan prescelto è #strongertogether, a testimonianza della forte unione della filiera fashion e lifestyle italiana e delle principali fiere della moda. La manifestazione, infatti, si terrà in contemporanea – totale o parziale – con Lineapelle – A New Point of View (22/23), Micam (20/23), TheOne (20/23) e Homi – Fashion & Jewels (19/22).

Organizzata con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Agenzia ICE e patrocinata dal Comune di Milano, MIPEL si presenterà in un format sicuramente ridotto rispetto al passato ma comunque rinnovato.

La nostra presenza non è mai stata messa in discussione nonostante le numerose difficoltà che ci siamo trovati ad affrontare in termini organizzativi”, ha dichiarato il presidente di MIPEL Franco Gabbrielli. “Per noi questa edizione segna una linea di demarcazione molto importante: presentarsi uniti a questo appuntamento è fondamentale. Vuol dire fare squadra e fronte comune in una situazione che ha colto tutti impreparati, vuol dire avere a cuore il settore e cercare insieme di rilanciarlo. È questo il messaggio che abbiamo condiviso con i nostri espositori storici e nuovi ed in generale con tutti i pellettieri italiani dandogli appuntamento a Milano a MIPEL”.

Gli hanno fatto eco le parole di Danny D’Alessandro, direttore generale: “Avremo circa 90 brand che, confermando la loro presenza, hanno dato una grande dimostrazione al mercato. La pelletteria italiana ha voglia di ripartire. Certo si tratta di numeri più ridotti rispetto a quelli a cui siamo abituati, ma non abbiamo mai avuto un dubbio sul confermare l’edizione. MIPEL è un momento strategico preziosissimo per il settore, le aziende e i buyer oltre che per fare business vengono per confrontarsi tra loro, aggiornarsi sulle novità e sui trend di settore, prendere ispirazione, incontrarsi e tutto questo manca da ormai sette mesi. È ora di tornare a guardarsi negli occhi, seppure con una mascherina davanti alla bocca”.

Le aree della fiera

Saranno tre le aree speciali ospitate dal padiglione 1 di FieraMilano-Rho, nuova location dell’evento. Le prime due, l’Area Trend e la Mipel Square, rappresentano due conferme, mentre alla voce ‘novità’ si segnala il progetto Miss MIPEL, nato con l’idea di promuovere l’unicità e il valore della pelletteria italiana nel mondo. Nel Paese della qualità, il progetto Miss MIPEL è stato sviluppato con l’idea di “nutrire” il settore della pelletteria duramente colpito dalla crisi. Offrendo ai produttori un’occasione di mettersi in mostra e confrontarsi con idee fresche e nuove. Ma anche di proporsi all’estero, sia tramite l’e-commerce che i numerosi pop-up store che sono in corso di elaborazione, anche grazie al sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Agenzia ICE che hanno aderito al progetto a supporto del Sistema.

MIPEL Digital Trade Show: il digitale a supporto del tradizionale

A partire dal 15 settembre, quindi in leggero anticipo rispetto all’inizio della fiera fisica prenderà il via il MIPEL Digital Trade Show. L’evento virtuale che, integrandosi poi alla fiera fisica, garantirà la massima visibilità agli espositori partecipanti nei confronti di quei visitatori internazionali che, per motivi legati all’emergenza sanitaria mondiale, non potranno viaggiare. Grazie a questa innovativa soluzione i visitatori potranno effettuare comunque i loro ordini, incontrare virtualmente i brand partecipanti, visionare le nuove collezioni SS2021 e scoprire le novità del settore. L’evento virtuale, che avrà nella piattaforma NuORDER il proprio partner, andrà avanti fino al 15 novembre.

ITALIAN START UP

In una delle aree principali della manifestazione sarà allestito uno spazio dedicato ad una selezione di giovani designer italiani che si sono distinti per l’idea creativa del progetto. Con questo progetto, dal nome ITALIAN STARTUP, MIPEL e Agenzia ICE ribadiscono il supporto alle realtà emergenti al fine di trovare modi sempre nuovi per valorizzare e promuovere la creatività e il genio italiano.