9 Novembre 2020

Yosuke Aizawa di White Mountaineering ha studiato personalmente i colori per la sua interpretazione della “Grid web”, il più noto modello di sneaker Saucony Originals.

Ripescato tra gli archivi, con suola alta, irregolare e forma leggermente oversize, questo tipo di scarpe ha registrato il sold out negli ultimi mesi, in tutte le sue varianti. La prima versione è nera e bianca, quasi un richiamo all’astrattismo della pop art, mentre la seconda è – al contrario – un gioco tra quattro tonalità di rosa e la scritta “White Mountaineering” che percorre il tallone laterale.

La Grid web colpisce per la sua leggerezza e il look prorompente, ricordando le daddy shoes degli Anni Novanta e Duemila: la rete in TPU ricopre la tomaia in mesh, il profilo è costituito da strisce oblique che dalla punta e dal tallone vanno verso la parte mediale e il colletto è in morbido neoprene stampato sul tallone.

La specificità di White Mountaineering si riversa anche su un modello da trail running di Saucony, la “Switchback iso” con BOA System, che coniuga la funzionalità pratica alla moda. Tra le caratteristiche, la suola PWRTrac a doppia densità completamente total white, la struttura ISOFit che si combina al sistema di allaccio a rotella BOA e l’intersuola sagomata EVERUN che viene percorsa dalla firma WM su tutta la lunghezza. A completamento, sovrapposizioni tra bianco e nero che realizzano un ulteriore gioco cromatico.