In questo articolo si parla di:
27 Gennaio 2021

Già premiata nella versione mid con un ISPO AWARD GOLD 2020, viene riproposta ora nella versione low.

Il design minimale, dal quale deriva il nome, è frutto dell’ingegnosità e del gusto dell’architetto Giancarlo Foscaro, ideatore di questo modello apprezzato sia per il design sia per la particolare filosofia progettuale legata alla riduzione dei consumi attraverso il principio del riuso. Il nome per esteso del progetto è infatti “MINIMA Designed to Reduce”.

Elegante e raffinata, evoca il gusto delle tradizionali calzature da montagna. Ideale per utilizzo in città e per il viaggio, Minima è la prima e unica calzatura sul mercato outdoor in cui tomaia e fodera sono interamente realizzate con pelle Zero Impact, ottenuta da un processo di concia a basso impatto ambientale, senza cromo e metalli pesanti. Il design della calzatura è concepito per ridurre lo scarto di pelle in produzione attraverso il suo reimpiego in diverse componenti del prodotto, mentre le emissioni di CO2, prodotte dall’intero ciclo di vita di Minima, sono state compensate sostenendo iniziative promosse dalle Nazioni Unite per la neutralità climatica (UNFCCC). È prodotta in Europa negli stabilimenti di proprietà AKU con pellami Dani, conceria italiana certificata LWG Gold. Disponibile anche in versione donna su specifica anatomia plantare femminile.

A tal proposito, abbiamo approfondito il progetto con Giancarlo Foscaro, che collabora con AKU da quasi vent’anni.

L’intervista completa potete leggerla sulla Guida Prodotto in uscita in allegato del prossimo numero di Outdoor Magazine.

Giancarlo Foscaro