In questo articolo si parla di:
18 Febbraio 2021

Il dialogo tra il maschile e il femminile si rafforza nella collezione donna FW21/22 di Tagliatore 0205. Un percorso di stile raccontato dal direttore creativo del brand, Pino Lerario, che stagione dopo stagione trova la sua massima espressione nelle linee e nei volumi di capi senza tempo. Per un’estetica fortemente riconoscibile.

Il concetto di genderless style prende vita con cappotti e giacche sempre più over che, abbinate a pantaloni ampi, creano tailleur dal look quasi androgino ed estremamente sofisticato, che vive proprio nell’interpretazione di capi attinti dal guardaroba maschile.

La vestibilità mannish incontra le paillettes che vivono sulle classiche giacche e sulle sahariane dai tessuti rigorosamente maschili, il risultato è un’estetica forte e definita con touch glamour.

La classica giacca doppiopetto si trasforma grazie al bottone in metallo dorato, dettaglio impeccabile del brand, che diventa il vero protagonista di giacche e cappotti, ridisegnando le linee con un’abbottonatura originale; così il doppiopetto vive una nuova vita giocando con un solo bottone.

Il capospalla, per la prossima stagione invernale, è impreziosito e arricchito dalle colorate cinture in pelle pregiata, per un look in pieno equilibrio tra tradizione e innovazione.

Immancabili in collezione linee regimental, i gessati e i tessuti check che miscelati danno vita a capi power colored. Lane pregiate, cashmere, camel e alpaca, per la fredda stagione invernale si tingono di colori caldi e vitaminici, un mix di cromie che si fondono tra loro in un concerto armonico travolgente, a cui si affiancano il nero e il blu navy dall’attitude seducente e riservata.

Il colore olio, preso in prestito dal guardaroba maschile, trova espressione nella proposta femminile, in perfetta armonia tra eleganza, raffinatezza e no time attitude.