In questo articolo si parla di:

Moncler ha annunciato l’ingresso di Gino Fisanotti nella nuova posizione di chief brand officer della maison a partire dal 7 giugno 2021. Gino riporterà direttamente a Remo Ruffini – presidente e amministratore delegato di Moncler S.p.A. – e, in qualità di dirigente strategico, sarà membro del Comitato Strategico di Moncler. Contestualmente, Roberto Eggs assume il ruolo di chief business strategy and global markets officer a servizio del gruppo.

La scelta di introdurre la nuova posizione di chief brand officer è stata dettata dalla consapevolezza dell’importanza di mantenere un’identità rilevante e coerente con lo spirito del tempo, rafforzare il legame con la propria community, creare esperienze che vadano oltre il prodotto e continuare a rappresentare valori forti e autentici. Il ruolo è stato concepito per indirizzare l’architettura, la strategia e lo storytelling del marchio in tutti i suoi touchpoint oltre a supportare l’azienda nell’essere espressione di un nuovo concetto di lusso.

Gino Fasinotti, chief brand officer Moncler

Nel suo ruolo, Gino contribuirà al futuro sviluppo del brand Moncler e al rafforzamento delle connessioni tra creatività, collezioni, categorie di prodotto e comunicazione al fine di arricchire la customer experience in una prospettiva multicanale.

Remo Ruffini ha commentato: “Grazie al suo background professionale e alle sue competenze in termini di costruzione del brand acquisite durante la sua lunga carriera internazionale, Gino è il candidato ideale per supportarmi nella definizione dell’ulteriore evoluzione di Moncler verso una cultura aziendale sempre più orientata al cliente, guidata da purpose, esperienza e senso di comunità e al tempo stesso contaminata da mondi diversi come quelli dell’intrattenimento, dello sport, dell’arte e della musica. Insieme a Gino continueremo a conquistare nuove frontiere culturali e creative andando beyond fashion, beyond luxury”.