In questo articolo si parla di:

In occasione della prossima edizione di Pitti Uomo, in programma dal 30 giugno al 2 luglio, Assopellettieri realizzerà un’installazione speciale dedicata a un importante progetto di filiera pensato per promuovere in tutto il mondo l’eccellenza della produzione made in Italy del settore pelletteria. Una grande “scultura multimediale” offrirà una suggestiva anteprima di un progetto ampio e articolato, realizzato in partnership con Lineapelle.

“Mipel Lab”, questo il nome della novità che verrà presentata in anteprima in occasione della manifestazione fiorentina, prevede non solo un nuovo appuntamento fieristico – che debutterà annualmente in presenza a Milano a partire da settembre 2021 in contemporanea e in partnership con Lineapelle, con cui condividerà anche gli spazi – ma anche la realizzazione di una piattaforma tecnologica che rappresenterà l’interfaccia digitale della manifestazione fieristica e ne potenzierà il valore di business lungo l’intero anno. Una piattaforma avanzata, sia sul piano tecnologico che gestionale, per la quale Assopellettieri ha avviato una partnership d’eccezione con EY. “Mipel Lab” diverrà dunque uno strumento efficiente per favorire, ampliare e ottimizzare le opportunità di incontro tra brand di tutto il mondo e le aziende produttrici italiane facenti parte del network Assopellettieri.

La presentazione in anteprima di “Mipel Lab” a Pitti Uomo si inserisce in un quadro più ampio di iniziative chiave e sinergie che vedono Assopellettieri e Pitti Immagine lavorare fianco a fianco per rilanciare e amplificare il valore di uno dei settori più rappresentativi della nostra cultura ed economia.

La seconda edizione degli Stati Generali della Pelletteria Italiana, organizzati da Assopellettieri il prossimo 28 giugno a Firenze nella prestigiosa cornice del Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, vedrà come main sponsor Intesa Sanpaolo. Oltre a ospitare il lancio della piattaforma digitale “Mipel Lab” e la presentazione dell’installazione teaser della nuova manifestazione fieristica in mostra a Pitti Uomo, gli Stati Generali della Pelletteria Italiana offriranno un momento di incontro e confronto per il settore dove un ruolo importante sarà rappresentato dalla presenza di Raffaello Napoleone di Pitti Immagine.

Come commenta Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri: “Abbiamo approcciato la crisi nel migliore dei modi: investendo. Presentare uno dei nostri progetti di punta per la filiera in uno dei templi della moda internazionale come Pitti Uomo è per noi una grande occasione e un motivo di orgoglio. Vedere operare insieme Assopellettieri, Pitti Immagine e Lineapelle è un grande traguardo e un’opportunità per il futuro. La seconda edizione degli Stati Generali – che torna esattamente a distanza di un anno dal successo della prima – inaugura una serie di iniziative che vedono Assopellettieri impegnata per l’innovazione del settore. Oltre a Mipel Lab presentata in anteprima a Pitti, saremo promotori di momenti di confronto e intesa con altri protagonisti della filiera, momenti che pensiamo possano tradursi in occasioni di successo per l’intero sistema Italia”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è il pensiero di Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine: “Siamo davvero soddisfatti di questa collaborazione con Assopellettieri, motivati a realizzarla e promuoverla come un vero e proprio evento speciale di questa edizione di Pitti Uomo. Trovo molte buone ragioni nell’operazione Mipel Lab e tante assonanze con la nostra politica. Si tratta di un nuovo progetto fieristico, che nasce in un momento difficile ma che proprio per questo lancia un messaggio di volontà e di coraggio imprenditoriale. È un’operazione di sistema che promuove le migliori qualità della manifattura italiana e dei suoi distretti – e il fatto che il suo esordio avvenga in occasione del salone leader per la moda maschile suggerisce e sottolinea l’esistenza di una filiera strutturata e completa, formidabile peculiarità del nostro Paese. Oltretutto rilanciando la sinergia tra Firenze e Milano”. Napoleone ha poi aggiunto: “È infine un forte investimento sull’innovazione e sulle nuove tecnologie al servizio dell’industria, del commercio e della comunicazione: per i saloni italiani della moda l’integrazione funzionale tra formato fisico e dimensione digitale è un dato di fatto dal quale, ne sono certo, non si tornerà indietro. Anzi, sarà un modello virtuoso. Insomma, per l’edizione numero 100 di Pitti Uomo, non potevamo sperare in collaborazioni più giuste e tempestive di questa”.

Questo, infine, è il commento di Gianni Russo, presidente Lineapelle: “Dopo il terribile momento vissuto trovo fondamentale la collaborazione tra enti e associazioni. Su questo presupposto, come Lineapelle abbiamo aderito con estremo entusiasmo a questo progetto e profonderemo tutti i nostri sforzi per assicurarne il successo”.