In questo articolo si parla di:

Si chiama PLAY EARTH 2030 la visione a lungo termine del piano di sostenibilità che Goldwin Inc. intende raggiungere entro il 2030. Il piano presentato dal gruppo outdoor giapponese è volto a promuovere iniziative per una società orientata al riciclo e al cambiamento climatico. Per farlo si punterà ad operazioni commerciali che accompagnino il miglioramento dell’ambiente globale. La previsione è di raggiungere, entro il periodo indicato, zero sprechi di prodotto e materiali, un’offerta di prodotti composta al 90% da materiali green e sostenibili, carbon neutrality in tutti gli uffici e negozi.

Lo spreco zero di prodotti e materiali sarà raggiunto ottimizzando il volume di produzione attraverso progetti on-demand e ordini personalizzati, rafforzando le attività di riparazione e di riciclo del prodotto. La revisione dei piani di produzione e la promozione di operazioni di riciclo porteranno la quantità annua di scarti dalle attuali 65 tonnellate a zero entro la fine del 2030, raggiungendo già una riduzione del 30% nel 2025.

Per quanto riguarda il capitolo legato ai materiali green, l’azienda passerà a materiali riciclati ed espanderà lo sviluppo di eco proteine artificiali come Brewed Protein in collaborazione con Spiber. Questo aumenterà l’incidenza di prodotti realizzati con materiali che riducono il carico ambientale dall’attuale 28%, al 60% o oltre entro il 2025 e al 90% entro il 2030. Goldwin passerà dalle fibre sintetiche come il poliestere ricavato dal petrolio al poliestere ricavato da indumenti riciclati e bottiglie in PET, fibre decomposte nel suolo e nell’acqua ottenute da materiali di scarto e diluiti e oli di origine vegetale; entro il 2030, il 10% dei prodotti di nuova concezione saranno prodotti che utilizzeranno Brewed Protein. Il Goldwin Tech Lab a Toyama svilupperà nuovi test e processi specifici, avviando anche collaborazioni con i migliori atleti.

Il presidente Takao Watanabe ha commentato: “Per noi aziende outdoor, il pianeta è indispensabile. Affronteremo la sostenibilità sui due assi dell’ambiente e del business per realizzare una vita sana e prospera. Ci concentreremo anche sulla realizzazione di una società libera dalle emissioni di CO2: l’obiettivo è raggiungere la carbon neutrality e zero impatto climatico nella sede centrale, nei negozi a gestione diretta e in tutti gli uffici, passando all’energia rinnovabile e alla generazione di energia ecologica interna. Con gli stakeholders lavoreremo attivamente a uno sviluppo sostenibile del business, promuovendone un modello che coesista con la natura”.

In questo discorso rientra sicuramente il PLAY EARTH PARK, un’area in fase di sviluppo nella foresta della Prefettura di Toyama – dove è stata fondata l’azienda e dove tuttora si trova lo sviluppo prodotto – che permetterà di entrare in contatto con la natura attraverso il gioco.

Parallelamente, Goldwin ha annunciato i target di business per i prossimi cinque anni, con l’obiettivo di raggiungere un fatturato di 125 miliardi di yen (938.132 milioni di euro) e un utile operativo di 21 miliardi di yen nell’anno fiscale che si concluderà a marzo 2026.

I risultati finanziari consolidati per l’anno fiscale conclusosi a marzo 2021 hanno ampiamente superato le aspettative e le previsioni, con un calo delle vendite limitato al 7,6% a 90.479 milioni di yen (678 milioni di euro) e un calo dell’utile operativo del 15,1% a 14.838 milioni di yen (111,2 milioni di euro). La maggior parte dei negozi a gestione diretta sono stati chiusi a causa del Covid la scorsa primavera, ma, grazie alla crescita del business outdoor, i profitti sono stati quasi gli stessi dell’anno fiscale precedente, che era stato il più alto di sempre.

Per l’anno fiscale che terminerà il 31 marzo 2022, Goldwin prevede un aumento delle vendite del 10,5% a 100 miliardi di yen (749,5 milioni di euro), l’utile operativo in calo del 5,7% a 14 miliardi di yen (104,9 milioni di euro) e utile netto in calo del 4,0% a 10,3 miliardi di yen (77,2 milioni di euro). In previsione della crescita del business outdoor, le vendite toccheranno per la prima volta il tetto dei 100 miliardi di yen. Si prevede che i profitti diminuiranno a causa degli investimenti in sviluppo sistemi, sostenibilità e marketing. Le vendite e-commerce sono cresciute del 28% anno su anno e ora l’online rappresenta il 12,4% della composizione delle vendite.

Il brand omonimo Goldwin seguirà la strategia aziendale in termini di zero waist e materiali sostenibili, e sarà uno dei brand su cui si concentreranno maggiormente gli investimenti in innovazione del gruppo.