In questo articolo si parla di:

Nonostante gli ultimi mesi, pesantemente gravati dalla situazione determinata da Covid-19, Lumberjack stima di chiudere il 2021 con un fatturato pari a 32 milioni di euro e quindi con un incremento del 28% sui 12 mesi del 2020.

L’azienda che dal 2012 è controllata dal gruppo FLO, grazie alla SS 22, prevede per il nuovo anno, di totalizzare vendite per oltre 40 milioni di euro complessivi, superando un bacino di 2000 clienti in Europa rispetto ai 1500 del 2021. Gli ordini della SS 22 crescono del 40% rispetto all’estivo del 2021 e del 20% rispetto al pre-Covid.

Il bilancio può dirsi positivo anche grazie alla diversificazione della proposta: dall’introduzione del progetto Lumberjack Sport, fino al consolidamento della main collection e della linea junior.

Per quanto riguarda i mercati, la leadership si concentra sulla crescita a doppia cifra dell’Italia oltre a un investimento significativo per l’estero. Crescono infatti Germania, Spagna e Russia e, a tendere, l’obiettivo sono Nord e Est Europa.

Trasformazione digitale, innovazione di prodotti, nuove partnership e internazionalizzazione sono i punti chiave della strategia del brand.