In questo articolo si parla di:

Il 14 ottobre 2021 il cda di Nice Footwear ha approvato il progetto di bilancio consolidato al 30 aprile 2021.

I ricavi netti dell’azienda si attestano a 21.144.000 euro e gli utili sono 879.000 euro. L’EBITDA è pari all’11,2% sul fatturato (2.364.000 euro), rispetto al 7,3% dell’esercizio precedente. È dunque da considerarsi positivo l’andamento della gestione per il consolidato 20/21, vista la situazione pandemica attuale e la conseguente contrazione dei consumi del settore T.M.A – tessile moda accessorio.

Altro dato favorevole è la crescita dell’occupazione interna alla società (da 21 a 24 dipendenti) con un incremento del 14% rispetto l’anno passato.

Nel dettaglio l’aumento della base ricavi è stato incentivato da: crescita della divisione progetti speciali (da 6,3mln di euro al 30/04/19 a € 11,4 MLN al 30/04/21, con un CAGR del 35%) e sviluppo di Nice Footwear Asia Ltd con un incremento di fatturato grazie a nuove partnership (da 0,3mln di euro al 30/04/19 a € 2 MLN al 30/04/21).

L’aumento dell’EBITDA margin si attesta all’11,2% (+3.8 p.p. rispetto all’esercizio precedente) per via di: maggior incidenza dei progetti speciali unito a marchi di proprietà a più alto valore aggiunto e processo di verticalizzazione in Asia con riduzione del peso dei consumi.

Il patrimonio netto è 4.059.000 euro e la posizione finanziaria è pari a 3.979.000 euro.

A seguire sono elencati i fatti di rilievo del brand leader di scarpe verificatisi nel corso e alla chiusura dell’esercizio:

2 luglio 2020 – ha emesso una prima tranche da 3mln di euro del Minibond sul mercato ExtraMOT PRO3, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A, sottoscritto e versato da FININT SGR S.p.A, società finanziaria.

28 luglio 2020 – costituzione della quarta business unit, Shanghai Nice International Trading Co. Ltd, che va ad aggiungersi alla prima con sede legale a Milano, seconda con sede operativa a Vicenza e terza, Nice Footwear Asia Ltd, con sede a Hong Kong.

16 settembre 2020 – ottenimento dell’iscrizione all’albo delle PMI innovative per le importanti attività di sperimentazione condotte nell’ambito del progetto di ricerca e sviluppo.

10 dicembre 2020approvazione e pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità non finanziario riferito all’anno in corso (che si chiude al 30/04/2020)

5 gennaio 2021 – costituzione della quinta business unit, Nice Footwear France S.a.S.

21 giugno 2021acquisizione dell’80% delle quote della Favaro Manifattura Calzaturiera S.r.L, azienda rappresentatrice dell’eccellenza nella produzione di scarpe nel segmento luxury nella Riviera del Brenta.

Il mercato principe di Nice Footwear S.p.A è quello italiano (54% del totale), con variazione minima rispetto al 2020. Il secondo, invece, rimane la Svizzera (23%) seguito dalla Francia (14%).

I costi dell’azienda per lo sviluppo di attività di ricerca volte a ridurre l’impatto ambientale sono pari a 816.480 euro. Questo impegno comporta anche l’organizzazione di corsi di formazione interna (2159 ore erogate ai dipendenti) con un investimento uguale a 80.286 euro.

Per affrontare la situazione di crisi la società ha trovate nuove opportunità nelle relazioni in Europa come: Brands-360, con cui ha siglato un accordo di distribuzione del marchio G-Star RAW nel mercato italiano a partire dalla SS 22. In questi termini Nice Footwear dovrà gestire la rete di vendita e di distribuzione italiana in oltre 220 store.

“Il 2020 e il 2021 rappresenta per Nice Footwear un periodo di grande rimodulazione che ha permesso di raggiungere traguardi strategici per il proprio sviluppo, come l’emissione della prima tranche del Minibond quotato su ExtraMotPro3, l’apertura della sede di Shanghai, il riconoscimento come PMI innovativa, solo per citarne alcuni. Questo è stato possibile nonostante lo scenario estremamente complesso e sfidante in cui siamo stati costretti a operare e che ci ha permesso di trovare nuovi stimoli e relazioni in Europa per compensare la riduzione dei volumi di vendite dei canali tradizionali. In questa fase, anche grazie all’acquisizione di Favaro Manifattura Calzaturiera, finalizzata a giugno 2021, il Gruppo è pronto per un nuovo posizionamento volto a creare un polo italiano di eccellenza nella progettazione e produzione di sneakers”, afferma Bruno Conterno, presidente e amministratore delegato di Nice Footwear S.p.A.

(Nell’immagine di apertura da sinistra a destra: Angelo Sinico, Bruno Conterno, Francesco Torresan, Alessandro Perletti)