In questo articolo si parla di:

L’ultimo Rapporto di sostenibilità e responsabilità “Made for Change” di VF Corporation è stato pubblicato e include 12 nuovi obiettivi.

“VF Corporation e i suoi marchi si sforzano di essere più di una semplice azienda di abbigliamento e calzature. Collettivamente, lavoriamo per stabilire un livello elevato di sostenibilità e responsabilità aziendale. Dai nostri uffici di proprietà alle nostre fabbriche partner in tutto il mondo, utilizziamo le nostre risorse per intraprendere azioni che promuovono progressi significativi e misurabili”, afferma Sean Cady, vp, global sustainability, responsibility and trade di VF Corporation.

Un report che delinea tre aree di interesse: persone, pianeta e prodotto. Queste “3P” prendono in considerazione lo sviluppo dei lavoratori, la parità di genere, le emissioni di carbonio, la riduzione di rifiuti e plastica, l’approvvigionamento responsabile dei materiali, le catene di approvvigionamento riciclate e rigenerative e infine i prodotti chimici.

“VF è impegnata ad alimentare il cambiamento nel settore dell’abbigliamento e delle calzature. Crediamo ci sia una relazione reciproca tra scopo e profitto e quando lo facciamo bene, creiamo un circolo virtuoso che ha un impatto positivo sul mondo e sui nostri ricavi”, continua Cady.

Per quanto riguarda le persone VF Corporation ha annunciato grandi impegni per i diritti dei lavoratori, promuovendone la dignità, il dialogo sociale e le pari opportunità.

Attraverso i programmi Worker and Community Development (WCD), l’azienda pone l’obiettivo di aiutare un milione di lavoratori e le loro comunità entro il 2025, mentre entro il 2030 due milioni. Durante l’anno fiscale 2020 ha supportato 290.000 persone e dall’inizio quasi 550.000.

A fine anno fiscale 2020, invece, oltre 375 leader hanno ricevuto una formazione per promuovere l’inclusione e affrontare i pregiudizi ed entro il 2024, VF, risolverà i divari retributivi per i suoi dipendenti tramite l’analisi dell’equità retributiva.

La seconda “P” è il pianeta. Nel rapporto si afferma che “acquistando energia rinnovabile e implementando iniziative di efficienza energetica” si è ottenuta una diminuzione del -17%, rispetto all’impegno di riduzione assoluta delle emissioni di gas serra (GHG), ed entro il 2030, secondo le previsioni del 2017, del -55% di Scope 1 e 2.

Nonostante ci sia stato un incremento del business tra il 2017 e il 2020, non si è verificato aumento di emissioni GHG di Scope 3 (seguendo una “linea base” del 2017, l’impegno di VF rimane ridurre quest’ultime del -30%). Inoltre, attraverso programmi di sostenibilità di fabbriche e fornitori, sono state registrate riduzioni di gas serra di oltre 50 milioni di tonnellate.

Ulteriore obiettivo di VF, entro il 2025, è fornire il 100% di energia rinnovabile a tutte le strutture di proprietà e gestite (a oggi ne procura il 29%): “il 72% dei centri di distribuzione è certificato a rifiuti zero e raggiungerà la verifica del 100% alla fine dell’anno solare 2021”, recita la nota.

Ultimo, ma non per importanza, il prodotto. “Il 75% di tutto il cotone acquistato da VF è stato coltivato negli Stati Uniti, in Australia o nell’ambito di un programma di sostenibilità di terze parti. L’obiettivo è raggiungere il 100% entro il 2025”, si legge.

VF ha deciso di tracciare al 100% cinque dei suoi principali materiali entro il 2027, confermando di aver completato “la mappatura di tutta la pelle e il cotone provenienti dai suoi marchi”.

Infine, goal entro il 2025 è l’eliminazione degli imballaggi in plastica monouso.

“Siamo orgogliosi del nostro lavoro ma sappiamo che c’è ancora molta strada da fare in questo ambito. Siamo però altrettanto fiduciosi di poter guidare il progresso continuo offrendo allo stesso tempo i prodotti che i consumatori desiderano”, conclude Cady. 

Il rapporto di sostenibilità e responsabilità FY2020 di VF Corp. è stato preparato in linea con gli standard della Global Reporting Initiative (GRI), gli standard del Sustainability Accounting Standards Board (SASB) e funge da comunicazione annuale dell’azienda sui progressi per il Global Compact delle Nazioni Unite. Salvo diversa indicazione, tutti i dati riportati si riferiscono all’anno fiscale 2020 di VF (da aprile 2019 a marzo 2020).