In questo articolo si parla di:

Il 2021 sembra l’anno della ripresa dei consumi post-pandemia, anche rispetto il 2019. Infatti, quest’anno il mercato è cresciuto del +29% arrivando a 283 miliardi, superando – anche se “solo” del +1% – i dati dell’anno pre-pandemico.

Una ripresa che ha riguardato tutte le categorie prodotto, senza esclusioni, ma sicuramente il settore calzaturiero ha avuto un boom considerevole (+11% rispetto al 2019), seguito da borse, gioielli, orologi e cosmetici. L’abbigliamento è ancora in una fase un po’ critica.

Fin dagli Anni 2000 il settore del lusso (che in Italia contribuisce per il 7,4% del Pil) non ha mai avuto un trend negativo; ci ha pensato Covid-19 a cambiare le carte in tavola, abbattendo la sua crescita che per due decenni è stata del +135%.

L’Osservatorio Altagamma (presentato a Milano l’11 novembre con la 20esima edizione), anche se non come quest’anno, prevede per il 2022 una crescita più organica e positiva.

L’allentamento delle restrizioni favorirà la riapertura dei negozi e i primi viaggi, portando un conseguente trend positivo per il prossimo anno con un EBITDA medio in aumento del +11%.