In questo articolo si parla di:

Ritorna in pista anche la pelletteria, decisa a riprendersi il suo ruolo di riferimento del made in Italy.

Dal 20 al 22 febbraio si terrà la 121esima edizione di Mipel nel polo espositivo di Fiera Milano-Rho. Saranno giornate focalizzate sui trend delle prossime collezioni FW 22/23 e che vedranno come protagonisti brand e buyer.

Con quest’esposizione Assopellettieri vuole replicare il successo della stagione precedente, tenutasi lo scorso settembre, che ha segnato la ripresa in presenza della fiera. Inoltre, insieme ad Assocalzaturifici, ha deciso di unire in un unico salone sia Mipel che Micam, anche nel 2022.

Ottimi risultati grazie ai quali è stato permesso di ampliare lo spazio dedicato, occupando oltre che la parte alta del padiglione 1 anche quella del padiglione 3.

Si conferma anche la seconda edizione di MIPEL Lab “piattaforma online B2B dedicata al sourcing della pelletteria italiana e un innovativo salone fieristico”, si legge in una nota ufficiale.

Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri, racconta: “Mipel è stato un successo e si è confermato il ‘place to be’ per la pelletteria: i buyer internazionali sono tornati tra gli stand e hanno ripreso ad acquistare, alimentando ulteriormente il sentimento di fiducia nella piena ripresa tra gli addetti ai lavori. Ora occorre dimostrare di aver fatto tesoro delle più importanti lezioni del periodo della crisi. Ciò significa fare sistema, sia all’interno della filiera della pelletteria che con gli altri operatori del fashion. Ecco perché le sinergie strette con Micam e Lineapelle saranno strategiche per il settore e siamo sicuri che contribuiranno a riportare il nostro made in Italy ai livelli che gli competono”.

Franco Gabbrielli