In questo articolo si parla di:
Nell’immagine in evidenza Angelo Sinico, Bruno Conterno, Francesco Torresan, Alessandro Perletti

Il consiglio di amministrazione di Nice Footwear S.p.A ha approvato la relazione semestrale consolidata al 31 ottobre 2021.

I ricavi netti totali della Società si attestano a 14,8 milioni di euro, quelli realizzati in Italia sono pari a 7,37 milioni di euro (49,7% sul totale) mentre all’estero si attestano a 7,49 milioni di euro (50,4% sul totale).

Per via di elementi legati alla stagionalità, il primo semestre dell’esercizio si caratterizza tipicamente da una marginalità inferiore rispetto al secondo semestre. Il margine operativo lordo è, dunque, a 1,1 milioni di euro con incidenza sui ricavi pari al 7,43%, mentre l’EBIT è pari a 0,62 milioni di euro (4,22% sui ricavi).

Infine, l’utile netto risulta pari a 0,36 milioni di euro, la posizione finanziaria netta a -6,97 milioni di euro e il patrimonio netto è pari a 4,2 milioni di euro.

Considerando l’impatto negativo che Covid-19 ha avuto sui settori, specialmente quello della calzatura, il primo semestre è da ritenersi positivo.

Un comunicato ufficiale segnala che “quella corrente è la prima relazione semestrale consolidata redatta dal Gruppo e non sono pertanto disponibili dati di raffronto relativi al primo semestre dello scorso esercizio”.

Inoltre, dopo la chiusura del semestre, il Gruppo ha approvato il secondo bilancio non finanziario di sostenibilità (13 dicembre 2021) e acquisito l’80% delle quote di Emmegi

“Stiamo diventando un’azienda con caratteristiche internazionali: abbiamo infatti consolidato due società di due Paesi diversi. La nostra attuale strategia si concentra sul lusso e sul segmento premium e i dati economici relativi all’ultima semestrale ci rendono confidenti nel procedere in maniera più accelerata sulla realizzazione del nostro business plan”, afferma Bruno Conterno, CEO di Nice Footwear.