In questo articolo si parla di:

L’opening a Brescia di una nuova “bottega” per la linea uomo, in Corso Magenta 12, del marchio italiano di scarpe artigianali, Velasca, consolida ulteriormente la sua rete retail.

Il suo è, infatti, un modello di business che fa leva sull’omnicanalità tra vendite online e offline e, tra Italia ed estero, quest’apertura risulta la quindicesima: 12 negozi fisici tra Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Palermo e, appunto, Brescia e tre a Parigi, Londra e New York.

La Bottega “della leonessa” è il suo nome e fa riferimento alla “leonessa d’Italia”, modo in cui Giosuè Carducci definì la città per il coraggio che dimostrò nel 1849 durante le dieci giornate di rivolta contro gli austriaci.

“Con questa nuova Bottega puntiamo a raggiungere ancora più persone della nostra community, per continuare a portare nel mondo la bellezza e l’unicità del ‘saper fare italiano’, attraverso un’esperienza fisica alla scoperta delle nostre creazioni”, affermano Jacopo Sebastio ed Enrico Casati, co-fondatori di Velasca.

Il futuro del retail, per i due founder Enrico Casati e Jacopo Sebastio, è l’integrazione tra online e offline, infatti i suoi store sono pensati per essere non solo semplici negozi, ma veri e propri luoghi d’incontro per la sua numerosa community.

Il design e il personale sono perfettamente in grado di rievocare e trasmettere i valori di autenticità, semplicità, dedizione e amore per il bello che caratterizzano ogni creazione della label.

“Brescia è una città viva, ricca di arte e di fascino architettonico. Tutte queste caratteristiche, unite ai dati che abbiamo raccolto e analizzato attraverso la nostra piattaforma di e-commerce, ci hanno convinto a sceglierla come seconda piazza in Lombardia per aprire una Bottega Velasca con la linea uomo. Nel primo giorno d’apertura, infatti, abbiamo avuto conferma dell’apprezzamento dei bresciani per i valori alla base della nostra azienda e per le peculiarità delle nostre calzature artigianali”, concludono.