In questo articolo si parla di:

Il giovane stilista svizzero, Raf Fonzo, con le sue creazioni dà vita a un intreccio di suggestioni estetiche diverse che prendono forma all’interno del brand Whitepage.

Lui, già affermato negli ambienti underground delle tendenze musicali di Zurigo e Londra, realizza un innesto tra Scuola di Anversa e cultura pop americana. Protagonisti sono il colore nero e una narrazione musicale che vira verso uno stile punk berlinese Anni ’80 e country sperimentale fino a raggiungere i la scena rap e trap.

In occasione della Milano Fashion Week maschile 2022, il marchio presenta la prima capsule collection uomo e donna SS 23 composta da 12 look. La proposta si caratterizza da linee decise, minimaliste ed essenziali e il design si ispira alle armature dei giocatori di hockey, mentre i corsetti, così come le cuciture, arrivano dai campi di football americano.

“La mia ispirazione? L’ambiente punk, il colore nero, la cultura sportiva americana (NHL, MLB, NFL), lo stadio, i tifosi e la musica che ritma le mie giornate” – Raf Fonzo

L’uomo che veste la label è sicuro, libero e ha una forte identità. Non si adegua e non ha paura di osare e infrangere le convenzioni di genere lasciando spazio a diverse contaminazioni, dal modern al cyberpunk. La collezione gioca su pochi colori neutri come il bianco, il greige (mix tra grigio e beige), il grigio e il marrone.

La proposta femminile, infine, si intreccia con l’attitude della donna Whitepage, fautrice della propria personale accezione di femminilità spaziando da cropped a tank top e bustier insieme a gonne lunghe in denim e shorts ispirati al mondo dell’hockey americano.

“Quando creo i miei capi immagino sempre gli uomini e donne che li indosseranno e desidero che si sentano a proprio agio scegliendoli: sono molto trasversali e genderless, abbinabili in combinazioni fluide dove gli shorts a volte sembrano gonne e le lunghe polo, vestiti. Sempre strizzando l’occhio alla cultura punk che sento mia e allo sport made in USA che è la mia vera passione”, afferma Raf Fonzo, creatore e designer di Whitepage.

Fondamentale è, anche, l’attenzione nei confronti della filiera produttiva e all’impatto ambientale: ogni capo viene prodotto solo dopo esser stato commissionato, riportando il cliente nuovamente al centro di tutto coinvolgendolo direttamente nelle varie fasi di realizzazione.