In questo articolo si parla di:

Navigare, dal 1961, crea collezioni che raccontano una storia fatta di cura nei dettagli, avanguardia sartoriale e heritage. Un fil rouge che dà vita a un bilanciamento perfetto tra innovazione e tradizione.

Si tratta di un marchio famigliare che in poco tempo ha creato un’importante fabbrica per la produzione e commercializzazione di abbigliamento casual e sportivo, affermandosi sul mercato come “solido brand conosciuto da tutti”, racconta Navigare.

Un nuovo corso per la label che, grazie all’acquisizione della licenza esclusiva da parte dell’azienda New Point, vedrà il proprio storico fascino proposto in chiave più moderna.

Le anticipazioni SS 23 a Pitti 102

I key points della collezione estiva sono tecnologia, bellezza e sostenibilità. Parole che, addizionate a un’idea di comfort e a uno stile casual, offrono una proposta che segue il percorso all’insegna del “ben vestire”, tipico del marchio.

È una sinergia perfetta tra tradizione e tecnologia presentata da una campagna trasversale nelle generazioni che evoca i differenti momenti della vita quotidiana di ognuno, rafforzando la sua immagine contemporanea e premium.

“Una sera dello scorso anno, io e Jonathan Kafri, socio del brand insieme a me, stavamo pensando a un’immagine per l’uomo Navigare. Chi veste il marchio deve essere sicuramente uno sportivo e una persona positiva e solare e, per questo motivo, attraverso un’amicizia comune, abbiamo deciso di chiamare Andrea Casalino e il famoso ex nuotatore Massimiliano Rosolino per renderlo l’immagine della campagna. Tra noi si è creato un legame quasi fraterno”, afferma Antonella Venturini, ceo di Navigare.

Il racconto, all’interno della collezione, si lega ai luoghi iconici estivi, dalle località marittime italiane ai posti più glamour.

“Quello del nuoto è un filone a cui teniamo particolarmente e che vorremmo proseguire anche nella proposta donna, a cui attualmente stiamo lavorando, e che sarà la prossima novità che lanceremo. Anche in questo caso ci sarà una testimonial piuttosto importante”, prosegue Venturini.

Ispirazioni principali sono la vela, il mare e il know-how, riproposti in trench, chino in cotone unito e disegnato, camicie dall’archivio storico e pull in cotone leggero. Ma anche capi iconici come il cinque tasche, il girocollo rigato, la polo piquet e il sailor. E ancora, quelli più tecnici e performanti.

A Pitti 102 è stata presentata, inoltre, la proposta in collaborazione con Snoopy: “Noi abbiamo già uno sviluppo importante di collaborazioni, come quella qui allo stand di Pitti 102 con Snoopy. Per la prossima FW stiamo firmando una partnership con il mondo automobilistico, un universo importante per un marchio così prettamente maschile”, ha concluso.

di Cristiano Zanni