Vestiaire Collective e Arizona Muse hanno dato vita a una collaborazione dal gusto green. Anche perché da una piattaforma di rivendita di moda di lusso second-hand e un’attivista per la sostenibilità non poteva nascere una sinergia diversa.

Si tratta di una partnership con lo scopo di vendere capi a favore dell’associazione di Muse, DIRT, lanciata lo scorso anno e creata per rigenerare terreni in tutto il mondo, e per dare maggiore visibilità alla moda circolare creando un collegamento diretto tra i capi di seconda mano e le questioni ambientali.

“Questa vendita di beneficenza segna il primo anniversario del programma Collective for Change di Vestiaire Collective, che riunisce le voci impegnate per una moda più sostenibile. Dal suo lancio, il programma ha coinvolto oltre 50 partner tra opinion leader, marchi di moda e ONG. Siamo lieti di accogliere Arizona Muse nella famiglia di Collective for Change”, afferma Vanessa Masliah, vp branding & marketing di Vestiaire Collective.

Arizona Muse è una delle più apprezzate sostenitrici della moda sostenibile che, oltre a collaborare con organizzazioni come Greenpeace e le Nazioni Unite (UNDP, UNEP e UNFAO), usa la sua influenza per sensibilizzare al tema e raccogliere fondi per la sua associazione.

“Sono entusiasta di offrire ad alcuni dei miei capi preferiti una seconda vita grazie a questa collaborazione. Sono tutti pezzi speciali per me: alcuni li ho indossati per eventi, altri mi sono stati regalati, altri ancora li ho acquistati durante le mie avventure. Ognuno di loro ha una storia unica e incarna perfettamente il concetto di ‘pre-loved’. Come consumatori, tutti cerchiamo di ridurre il nostro impatto negativo sul pianeta e la moda di seconda mano è un modo efficiente e semplice per fare acquisti sostenibili, il tutto a un prezzo ragionevole. Collaborare con Vestiaire Collective è stato naturale per me, perché sapevo che la sua community di appassionati di moda avrebbe apprezzato il mio guardaroba. Ogni pezzo venduto ha un doppio impatto positivo, poiché tutti i proventi andranno a favore dei progetti di DIRT, in modo da proteggere la Terra dagli impatti del cambiamento climatico”, dichiara Arizona Muse.

L’obiettivo di DIRT è quello di lavorare per rigenerare i terreni sostenendo il movimento dell’agricoltura biodinamica e ha già attuato una serie di partnership, per progetti in tutto il mondo, con i brand Vrai, Anya Hindmarch e Weleda.

Una promozione della biodiversità, sul benessere delle comunità e sulla rigenerazione del suolo, che permette ai terreni di immagazzinare più acqua e catturare più anidride carbonica.

Dunque, il ricavato dalla vendita dei prodotti andrà a sostenere l’Associazione Biodinamica Egiziana (EBDA) nella conversione delle tradizionali pratiche agricole dei coltivatori di cotone verso pratiche biodinamiche.

“Sono molto grata che Arizona si sia unita al nostro movimento Collective for Change utilizzando la sua influenza per una buona causa. Come opinion leader della moda e attivista impegnata, Arizona incarna davvero i valori di Vestiaire Collective. Siamo molto felici di usare la nostra piattaforma per ospitare questa esclusiva vendita di beneficenza e sostenere DIRT nell’importante lavoro che svolge per la rigenerazione dei terreni”, commenta Dounia Wone, chief sustainability and inclusion officer di Vestiaire Collective.