In questo articolo si parla di:

Sono stati approvati, dal consiglio di amministrazione di GIGLIO.COM, i risultati del primo semestre 2022 redatti secondo i principi contabili nazionali OIC.

“Ci muoviamo in un contesto macroeconomico che richiede prudenza, la lungimiranza delle nostre scelte ci ha permesso sia di consolidare l’importante crescita nei ricavi registrati nell’ultimo anno, sia di raggiungere una significativa ottimizzazione dei costi, fattore chiave per un miglioramento così evidente degli indici di profittabilità. Al raggiungimento di tale risultato ha partecipato anche l’apertura del nuovo hub logistico di Vimodrone, che oltre a ottimizzare i flussi logistici, ci consente di incrementare la nostra capacità di evasione, ricalibrandola sui nostri obiettivi di crescita. A trainare i risultati sono ancora una volta i mercati internazionali che, grazie a investimenti mirati, rafforzano il nostro posizionamento come luxury fashion destination globale”, dichiara Giuseppe Giglio, presidente e amministratore delegato di GIGLIO.COM.

La società, attiva nel settore della vendita online per la moda di lusso multimarca su scala globale e quotata su Euronext Growth Milan, nel primo semestre 2022 ha realizzato ricavi pari a 22 milioni di euro (+45% rispetto ai 15,2 milioni registrati nel primo semestre del 2021).

Risultati che confermano la validità del suo modello di business che consolida l’offerta online di oltre 180 partner nel settore della moda di alta gamma.

Per quanto riguarda il secondo trimestre, durante il quale il Gross Merchandise Value è cresciuto del +47%, nonostante la forte instabilità macroeconomica data dal conflitto Russia-Ucraina, ha superato la crescita del primo segnando un +41%. Questo anche perché il business della società, nel 2021, pesava solo l’1,2% del totale del GMV.

Al 30 giugno 2022, sul totale del GMV la quota relativa ai mercati esteri supera infatti il 70% del totale.

Inoltre, in APAC continua l’espansione del business che segna un +50%: qui società prosegue lo sviluppo dei propri piani di marketing e ha arricchito il portale e-commerce anche con le versioni in lingua coreana e giapponese.

In questi Paesi si sono registrati brillanti risultati, a partire dalla Sud Corea (+132%) e dal Taiwan (+118%) fino a raggiungere la Cina (+89%), nonostante gli intermittenti lockdown.

Anche in MENA e Nord America i dati sono più che positivi: rispettivamente +129% e +40%.

“Grazie a un marketing plan estremamente competitivo, la società ha consolidato la crescita della base clienti attiva nel semestre (+32%) capitalizzando allo stesso tempo gli investimenti in CRM e loyalty che hanno portato a un notevole incremento della spesa media per cliente (+9%). Grazie a un’esperienza d’acquisto impeccabile si mantiene stabile anche il tasso di reso (11%)”, si legge in una nota ufficiale.