In questo articolo si parla di:

Pierre-Louis Mascia e Diadora presentano un progetto speciale, sviluppato su un concetto di sportswear elevato.

La Maison, che fa capo al gruppo Achille Pinto,  presenta la sneaker frutto della co-lab con l’etichetta di sportswear. Un mix tra tecnica ikat, un metodo di tintura a riserva tipico di Malesia e Indonesia, e grafiche dal touch atletico di Diadora, le cui silhouette iconiche hanno fatto storia dello stile e dello sport Anni ’80 e ’90.

Pierre-Louis Mascia, che per nove anni è stato direttore artistico del salone di accessori parigino Première Classe e ha lavorato, tra gli altri, per i brand di calzature Robert ClergerieStephane Kélian e Arche, ha lanciato il suo primo paio di sneaker in partnership con il brand italiano Diadora.

È proprio la sneaker B.560 a essere vestita dall’estro creativo del designer francese. Il nuovo modello court, rappresenta la sublimazione della scarpa da tennis pro dei primi Anni ’90, raccogliendo al suo interno vari elementi presi dalle scarpe performance dell’epoca, rimodulati per ottenere una linea che è la diapositiva di un periodo  senza per questo essere limitata dall’idea del tempo che passa.

La versione esclusiva B.560 firmata da Pierre-Louis Mascia fa pasrte della collezione PE 23. È disponibile dal 18 gennaio sul sito dello stilista e su quello di Diadora, nella boutique Pierre-Louis Mascia di Via Verri a Milano e nello store Diadora di Cortina d?ampezzo. E anche in una selezione di retailer multibrand internazionale.