In questo articolo si parla di:

Dopo la prematura scomparsa nel 2021 di Roberto Compagno, fondatore di Slowear, l’azienda fondata a Venezia nel 1951 si rimodella con una nuova governance: un consiglio di amministrazione e un amministratore delegato rinnovati.

Il nuovo ad della realtà è, quindi, Piero Braga. La sua figura è forte delle consolidate esperienze nel settore retail e wholesale in Zegna, Tod’s e ultimamente in Gucci, dove da ceo della divisione Timepieces è diventato executive vice president della Indirect Channels, Outlets and Travel retail. E, più recentemente, evp strategic advisor & board member.

“Desidero ringraziare tutto il Consiglio di Amministrazione per avermi dato questa opportunità. Credo che Slowear sia un marchio con una delle reputazioni più solide dell’industria dell’abbigliamento. Sarà mio obiettivo dare una spinta importante al suo sviluppo portando le migliori pratiche per accelerare la crescita in tutti i canali e in assoluto rispetto dell’unicità della sua visione aziendale”, afferma Piero Braga, neo-ceo di Slowear.

La sua nomina è l’atto conclusivo di un’operazione di aumento di capitale, guidata da Nuo Capital e seguita da tutti gli altri azionisti storici, che apre a una nuova stagione per l’azienda di abbigliamento.

L’assemblea dei soci ha inoltre rinnovato il cda. In tal senso si riconferma Giorgio Delpiano, Paolo Ferrin (presidente) e Stefano Sassi e dà il benvenuto, oltre a Braga, anche a Monica Marsilli, c-level executive di importanti aziende e con una solida esperienza nel buying e nel merchandising, principalmente in Gucci e Rinascente.

L’intera operazione è stata realizzata con l’obiettivo di alimentare e accelerare il piano di sviluppo di Slowear, sia sul fronte retail che distributivo, proponendo ai suoi partner e clienti una più chiara armonizzazione dei marchi e una complessiva valorizzazione delle proposte di collezioni, in termini di qualità e stile, in linea con la storia dell’azienda.