In questo articolo si parla di:

Etro rafforza la presenza in Medio Oriente rivelando il nuovo concept della boutique presso il Dubai Mall. La boutique, aperta nel 2009, è stata riprogettata da Claudia Campone dello studio Thirtyone Design + Management. Lei era già partner di Etro nelle recenti aperture di Cannes e Monte Carlo.

Il nuovo spazio è pervaso da un miscuglio equilibrato di heritage e modernità. È posizionato al primo piano del Fashion Avenue Atrium del Dubai Mall, e si sviluppa su una superficie di 238 metri quadri suddivisi in ambienti distinti. I diversi angoli sono destinati a diversi ambiti di Etro: linee ready-to-wear, accessori donna, accessori uomo, collezioni eyewear e fragrances. 

Elementi astratti e dettagli materici infondono leggerezza e raffinatezza agli interni. Questi offrono un’immersione totale attraverso gli emblemi della Maison, in un gioco di richiami costanti alla materia tessile e alla visione dell’eleganza contemporanea. Queste sono caratteristiche tipiche di Etro, raccontati in un’infinita varietà di sfumature di beige.

L’arredamento del nuovo store Etro al Dubai Mall

È un percorso fluido e dinamico, dove convivono materiali tradizionali e texture esclusive. È scandito da pavimenti in cotto, carte da parati con soffusi disegni paisley in toni degradè e pietre di calcare ruvido. Nel cuore della scena spicca un’imponente libreria in legno di ciliegio, mentre le espressioni del motivo paisley inciso e stilizzato evidenziano la continuità tra l’esterno e l’interno. I tratti distintivi del nuovo concept includono i tappeti annodati a mano e le superfici in metallo con sofisticate delicate champagne. 

La boutique Etro di Dubai è la prima destinazione retail della label, che arricchisce e amplifica l’esperienza di shopping. Ci riesce proponendosi come luogo artistico nel quale vivono opere d’arte selezionate dalla Maison. Il nuovo negozio concept diventa così una “open gallery”, alternando la presentazione delle collezioni all’esposizione dei lavori di creativi e talenti di fama internazionale.

Piegato RAL 2010 di Cesare Berlingeri, è l’opera site specific presentata in occasione dell’inaugurazione dello store. Il progetto celebra la serie delle “Piegature” dell’artista, tele destramente piegate e imbevute di pigmenti puri. Questi generano immagini che si avvolgono su sé stesse trasformandosi in puro pensiero, spazio e colore.

L’esposizione accresce con il lavoro dell’artista coreano Kwangho Lee: Knotted, Blue Chunk. L’opera combina materiali industriali con tecniche tradizionali di tessitura. Così, un arredo di uso quotidiano come un tavolo può diventare una scultura avvolta da peculiari annodature di fili di nylon.

La boutique ospita pezzi di collectible design firmati da Draga&Aurel.