In questo articolo si parla di:

Micam Milano, il salone internazionale della calzatura, dal 18 al 21 febbraio presso Fiera Milano (Rho) si prepara ad accogliere buyer da 150 Paesi. 923 brand, di cui 464 italiani e 459 internazionali, provenienti principalmente da Spagna, Turchia, Brasile, Germania e Portogallo. Un’occasione unica per informarsi sui trend del settore.

“La qualità e il successo di una manifestazione fieristica si misurano su un doppio binario, la vocazione a generare innovazione e la capacità di attrarre gli operatori professionali da tutto il mondo. A queste due variabili, Micam aggiunge anche il fronte della sostenibilità e un grande momento di aggiornamento professionale. L’appuntamento di febbraio oltre ad essere dunque la verifica dello stato di salute del comparto calzaturiero, rappresenta l’occasione imperdibile per cogliere in anteprima i trend di un settore che, con oltre 14 miliardi di euro e più di 72.000 addetti, rappresenta la spina dorsale del made in Italy manifatturiero. Il Made in Italy è da sempre il fiore all’occhiello della nostra manifestazione e sono felice di poter annunciare che sarà proprio Adolfo Urso, Ministro del MIMIT, ad inaugurare Micam e le altre fiere concomitanti domenica 18 febbraio alle ore 10.30”, afferma la presidente di Micam e Assocalzaturifici, Giovanna Ceolini.

Micam Milano: tra heritage e innovazione

Si conferma, l’area di Micam X, l’innovation hub curato da Spin360, società di consulenza specializzata nello sviluppo di nuovi modelli di business sostenibili e di soluzioni innovative dal punto di vista tecnologico e organizzativo.

Torna la presentazione delle tendenze SS 25 individuate da WGSN. Al centro della scena ci sarà la Trends Buyer Guide per la stagione FW 24/25 realizzata da Livetrend.

L’ultimo giorno sarà dedicato alla formazione e alle nuove generazioni, con l’intento di creare un legame sempre più stretto tra il mondo della formazione e quello delle professionalità coinvolte nel settore calzaturiero.

L’area Italian Start Up sarà il palcoscenico per giovani realtà italiane che daranno vita ad una serie di proposte uniche e originali, caratterizzate da sostenibilità e utilità.

In collaborazione con StyleIt e grazie al supporto di Ice e Maeci le startup presentate saranno: Spatial Port, OuttaWRLD, Woowe e Wahu.

L’area dedicata agli Emerging Designers ospiterà anche in questa edizione i 12 creativi provenienti da tutto il mondo selezionati da una giuria di esperti del settore moda: Belledonne Paris (Francia),Bonamaso’ (Spagna),Caplait (Pakistan),Daniela Uribe (Colombia), Judy Mazzotti (Italia), Minacapilli (Svizzera), Mosca Shoes (Argentina), Pierini Calzature (Italia), Room (Brasile), Socque (Francia), Tachino Chie (Giappone), Ubac (Francia).

Per raccontare i cambiamenti del settore e rendere omaggio alla Giornata dedicata al made in Italy, indetta dal Ministro Urso il 15 aprile, Micam presenta “Made to be collectible”, una mostra curata da Orietta Pelizzari e Matteo Bardi e dedicata a prodotti d’avanguardia, realizzati dall’intelligenza creativa italiana.