In questo articolo si parla di:

Il Consiglio di Amministrazione di Pattern S.p.A., società italiana fondata nel 2000 da Francesco Martorella e Fulvio Botto, tra i più importanti operatori nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento per i più prestigiosi marchi mondiali top di gamma nel segmento sfilate e prime linee uomo e donna, ha approvato il progetto di Bilancio d’Esercizio della Capogruppo e il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2023.

“Il 2023 ha mostrato una crescita più che solida e migliore rispetto al mercato grazie a scelte industriali di lungo periodo di tipo qualitativo e non quantitativo sia in termini di acquisizioni che di relazione con i clienti. In particolare, siamo impegnati a definire la massima attenzione sulle attività in sviluppo nuovi prodotti e focus sulle nuove tecnologie, molte delle quali già funzionali ai nuovi scenari di mercato e della futura normativa EPR. Questo è un enorme valore in un mercato complesso come quello attuale”, ha commentato Luca Sburlati, ceo di Pattern, con Fulvio Botto, presidente di Pattern.

Prospettive di crescita

L’esercizio 2023, grazie ai buoni risultati in termini di crescita di turnover e marginalità sia del ready to wear, sia della maglieria, ha registrato un miglioramento più che significativo della redditività.

Tale crescita deriva dalla combinazione della crescita organica e del contributo derivante dalle operazioni di acquisizioni o incremento di quote di partecipazioni: 100% di Nuova Nicol S.r.l.; l’ulteriore 40% del capitale sociale di Petri & Lombardi S.r.l.; l’ulteriore 30% di Dyloan Bond Factory S.r.l. e l’ulteriore 30% di RGB S.r.l..

I ricavi delle vendite al 31 dicembre 2023 si attestano a 145,6 milioni di euro rispetto a 109,2 milioni di euro al 31 dicembre 2022, evidenziando un incremento del 33,3%.

Il valore della produzione è cresciuto del 31,8%, passando da 110,4 milioni di euro del 31 dicembre 2022 a 145,6 milioni di euro del 31 dicembre 2023.

Il consumo di materie prime è cresciuto soltanto dell’1,3% passando da 28,4 milioni di euro a 28,8 milioni di euro.

I costi per servizi pari a 56,2 milioni di euro rispetto a 42,3 milioni di euro dell’esercizio 2022, sono aumentati del 33,0%.

Il costo per il personale passa da 25,4 milioni di euro a 37,2 milioni di euro al 31 dicembre 2023 con un incremento del 46,7%. L’incremento è legato in parte alla crescita della struttura produttiva interna, specie nella pelletteria.

Pattern S.p.A.: un pò di dati

L’Ebitda è cresciuto in misura sensibile del 69,3%, passando da 11,1 milioni di euro a 18,8 milioni di euro. L’Ebitda margin si attesta al 12,7% rispetto a circa il 10% al 31 dicembre 2022.

L’operazione di cessione del ramo d’azienda a Burberry ha determinato costi straordinari associati all’operazione, per circa 1,1 milioni di euro. L’Ebitda adjusted risulta, quindi, pari a 19,9 milioni di euro, con una variazione rispetto all’anno precedente del 78,8% e l’Ebitda margin adjusted raggiunge il 13,4%.

Gli ammortamenti e svalutazioni, pari a 10,4 milioni di euro rispetto a 4,2 milioni di euro al 31 dicembre 2022, sono aumentati del 146,5%.

La voce ammortamenti è aumentata per effetto dell’ampliamento dell’area di consolidamento. Mentre gli ammortamenti degli avviamenti si sono incrementati del 25,8%, da 1,6 milioni di euro a poco meno di 2 milioni di euro.

La plusvalenza derivante dalla cessione a Burberry della società cui era stato conferito il ramo d’azienda di Pattern S.p.A. è stata pari a 20,3 milioni di euro.

L’utile netto di esercizio risulta pari a 23,4 milioni di euro rispetto ai 4,1 milioni di euro al 31 dicembre 2022. La quota di competenza del Gruppo è pari a 21,1 milioni di euro rispetto a 2,6 milioni di euro.

Le immobilizzazioni, pari a circa 42 milioni di euro, hanno evidenziato un incremento rispetto ai 36,8 milioni di euro al 31 dicembre 2022.

Il capitale circolante netto, pari a 5,3 milioni di euro, è diminuito del 54,4% rispetto a 11,6 milioni di euro al 31 dicembre 2022.

Le disponibilità liquide sono pari a 26,5 milioni di euro rispetto ai 19,1 milioni di euro di fine 2022.