In questo articolo si parla di:

La nuova collezione 2025 di Gucci sarà presentata alla Tate Modern di Londra. Posta sullo sfondo del dinamico panorama culturale londinese, la Tate Modern offre la cornice ideale per presentare la visione del direttore creativo Sabato De Sarno per la Cruise ’25.

Ispirandosi a numerosi viaggi a Londra negli anni, dove ha potuto immergersi nella diversità culturale della città, De Sarno mira a catturare l’essenza dello spirito londinese: punto d’incontro di idee, stili e personalità, definito da contrasti che innescano la creatività.

“Il legame di Gucci con Londra è profondo e risale alla fondazione della maison da parte di Guccio Gucci. Il periodo trascorso da Guccio a Londra nel 1897 fu un momento cruciale, che plasmò la sua concezione del lusso e dell’artigianato. Impiegato al Savoy come fattorino, Guccio si trovò immerso nella vibrante cultura della città, traendone idee che in seguito avrebbero influenzato l’identità della maison”, recita una nota ufficiale.

Un luogo immersivo, tra arte e architettura

La Tate Modern è un polo di creatività e dialogo, nel quale convergono prospettive diverse che danno vita a dialoghi interessanti e favoriscono lo scambio culturale. Qui, l’interazione tra arte e architettura crea un ambiente che stimola l’innovazione e mette in discussione i confini, così come la città che la ospita.

Con la presentazione della collezione Gucci Cruise 2025 alla Tate Modern, la convergenza tra arte, moda e patrimonio storico è in primo piano. La manifestazione non si limita a celebrare la ricca storia di Gucci, ma ribadisce anche l’impegno della maison nel promuovere il dialogo tra diversi contesti culturali, dando espressione all’interazione tra luoghi, persone, periodi storici ed estetiche lungo tutto l’arco della sua distintiva narrazione.

Nel quadro del più ampio impegno della maison volto a sostenere cambiamenti positivi in luoghi culturalmente significativi e nelle comunità che vi abitano, Gucci è orgogliosa di dare il proprio sostegno alla mostra Electric Dreams presso la Tate Modern, che aprirà nell’autunno del 2024, oltre a una collaborazione triennale che promuove il lavoro della Tate con giovani creativi.

Grazie al loro impegno condiviso a favore dell’inclusività e di una maggior consapevolezza, Gucci e Tate mirano a incoraggiare scambi costruttivi all’interno delle comunità e a stimolare la creatività di un pubblico eterogeneo.