In questo articolo si parla di:

Twinset e Giglio Tigrato: una nuova collabo. Con la nuova collezione SS 24 Twinset introduce una Capsule in collaborazione con il brand emergente milanese Giglio Tigrato. L’unione tra i due brand trova le sue radici nel desiderio di dare vita a qualcosa che parli di sostenibilità e di scambio: i due marchi italiani infatti, pur nelle loro differenze, si ritrovano nel dialogo con la Natura, sempre presente nelle loro collezioni sotto forma di stampe, forme, colori e immagini.

Da un lato Twinset, con il suo stile romantico, dall’altro Giglio Tigrato, con il suo carattere irriverente, eppure entrambi determinati a promuovere l’immagine di una donna femminile e al tempo stesso tenace e indipendente.

È così che Giglio Tigrato riprende il suo iconico francobollo, simbolo del viaggio continuo che affrontiamo nella vita di tutti i giorni, per animarlo degli elementi iconici che caratterizzano i due brand: il Cuore, la Tigre, la Donna. Nasce così la Limited Edition di T-shirt sostenibili e certificate, in cui ogni donna o ragazza può ritrovare se stessa.

Giglio Tigrato: una moda 100%circolare

Giglio Tigrato è un brand emergente di upcycling fondato da Carlotta Orlando, una giovane designer di Milano che, nel settembre del 2020, ha deciso di far sua la causa per una moda più responsabile, trasformando la mansarda di sua nonna nel suo Atelier.

È qui che riprendono vita capi vintage unici e vengono create collezioni in serie limitata, tutto interamente made in italy e realizzato secondo i dettami della sostenibilità.
Giglio Tigrato dipinge, taglia e modifica, dando un secondo ciclo di vita a materiali di scarto di grandi aziende della moda e dell’arredo, promuovendo così una moda 100% circolare.

Per Giglio Tigrato Sostenibilità e Upcycling significano durabilità, qualità e personalità, i suoi capi, semplici nelle forme e spesso giocosi nelle stampe e nei colori, sono pensati per essere versatili e fuori dagli schemi, ma soprattutto per andare oltre la stagionalità della moda, dimostrando che la cosa più importante non è il trend del momento ma lo stile di chi la moda la indossa.